Prossimi appuntamenti:

Venerdì 31 Dicembre Ore 13,30 Chi in bici chi in mtb

Sabato 1 Gennaio Ore 9,00 Solo per chi non ha fatto i bagordi la sera/notte prima

Domenica 2 Gennaio Ore 9,00 Al solìt pòst...


DOMENICA 26 DICEMBRE
Un po' per strada un po' per i brìcch...

Dopo la gloriosa cena presso il bistrot Cerlini, uno sparuto di cicloamatori del BCO si sono trovati alla tradizionale uscita domenicale: 3 in bici al solito posto e al solito orario; 2 al solito posto e al solito orario, ma in mtb;
3 al solito posto, ma alle ore 10 e poi... non si sà!?!
I due della mtb hanno sfruttato l'occasione per provare i due nuovi bolidi della fatica; nel fare ciò si sono
poi trovati anche con il terzo socio d'uscita e di altri due parenti del Funtos.

Dato che questa è l'ultima new del 2010, colgo l'occasione per fare a tutti...

TANTI

Prossimi appuntamenti:

Giovedì 23 Dicembre Ore 20,00 au bistrot Cerlini• Cena di Natale

Venerdì 24 Dicembre Ore 13,30 Chi in bici chi in mtb

Sabato 25 Dicembre Ore 9,00 Solo per chi gli è concesso

Domenica 26 Dicembre Ore 9,00 Al solìt pòst... par chi gà mia frécc e gl'à fà ancüra a pedalà


DOMENICA 19 DICEMBRE
Tre, numero perfetto!

Tre i gradi sotto lo zero, tre i soci di ritorno in quel di Gravellona Toce dopo una delle classiche uscite invernali.
Per non parlare del giorno prima: mai stati così in pochi al tradizionale appuntamento con TeleThon. A tener duro in questo caso sono stati i “vècc”... anche se senza tessera, ma che da una vita sono legati al Bici Club.
Sarà un periodo così... una crisi che prende anche la voglia di uscire in compagnia. E non tiriamo in ballo la scusa del freddo, perché negli anni scorsi si è usciti con temperature decisamente più rigide di queste... e per il freddo non è mai morto nessuno (ciclisticamente parlando). Del resto che cosa abbiamo speso tutti quei soldi per il nuovo giubbino invernale se poi non lo usiamo e preferiamo girarci dall'altra parte del letto!?!
I nösti vècc avrésan dìcc: «LAZZARÜGN!!!», parola che esprime al meglio ogni concetto a riguardo.

Cena al bistrot Cerlini
Comunque sia la cümpagnia la stà ancüra insèma... almeno a tàula... così, ligi alla tradizione “del màngia e béva”
di fine anno in casa Cerlini, l'ultima riunione dell'anno 2010 si terrà GIOVEDI' 23 DICEMBRE in quel di Gravellona Toce, a partire dalle ore 20,00 con un menù a sorpresa del neo chef David. Ovviamente, chi ha intenzione di partecipare è invitato a darne comunicazione entro il giorno prima.

 

 

Cena sociale 2010

Foto gallery by Barbara

Prossimi appuntamenti:

Sabato 18 Dicembre Ore 13,00 P.za salera OMEGNA • Giro pro TeleThon 2010

Domenica 19 Dicembre Ore 9,00 Sempär che pìova o fìoca mìa...

SABATO 18 DICEMBRE ore 13,00
Giro di solidarietà proTeleThon

Contrariamente a quanto riportato nel programma ufficiale 2010, il tradizionale giro del lago d'Orta
proTeleThon non si terrà sabato 11, MA SABATO 18 dicembre.
Ritrovo ore 13.00 in piazza salera a OMEGNA, con iscrizione libera (nel senso che almeno 10 euro vanno dati)
e partenza per le ore 13,30.
Anche in caso di maltempo la raccolta fondi proTelethon ci sarà... anche perché certe patologie
non stanno certo a guardare le condizioni meteo.


Domenica 12 dicembre 2010

Divisi sui due rami del lago Maggiore

Con il termometro ancora una volta sotto lo 0° si è rivisto un barlume di BCO: all'incirca una sporca dozzina
di pedalatori della domenica, con una buona rappresentanza degli infrasettimanali.
A Fondotoce, stando agli accordi di pizzeria, svolta a dx per Arona... ma già dopo la rotonda di Feriolo metà del gruppo non c'era più. Recuperata la prima piazzola al sole, si apriva la trattativa: Enrico ha forato, si fa tardi, andiamo verso Cannobio... con voi il Gümi, con noi il Berta. Così alla fine metà verso nord e metà verso sud, con un rientro in cui chi doveva tornare presto è arrivato dopo quelli che tornavano quando tornavano. E dire che fino a poco tempo fa ci ritenevamo un gruppo serio e affidabile, invece...

Sabato 11 dicembre 2010: 11 uscita in mtb
Süra Gravalüna


Düva nüma düva nüma mia?!? Ma alla fine si trova sempre dove andare e di che divertirsi.
È andata così anche sabato scorso, con un gruppetto ridotto, ma ben agguerrito;
con l'inserimento di un nuovo amico biker: Lorenzo.
Breve giro di riscaldamento lungo la piana del Toce (a proposito: nei pressi di un'azienda floricola, la pista
cosidetta “ciclabile” presenta un vero e proprio baratro in cui si passa solo facendo transitare le bici a mano... alla faccia degli impegni degli attuali amministratori provinciali in materia di ciclabili!!!), poi attacco al Montorfano prima da Fondotoce (sentiero azzurro) e poi dall'inceneritore.
Una salita impegnativa, ma tutta pedalabile... ad eccezione dell'ultimo tratto per arrivare alle antenne.
Fatica comunque ripagata da una vista che lascia sempre senza parole.

 

Prossimi appuntamenti:

Mercoledì 8 Dicembre Ore 9,00 A Gravellona Toce al solito posto della domenica mattina

Sabato 11 Dicembre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: fra piano e sovramonte

Domenica 12 Dicembre Ore 9,00 Sempär che pìova o fìoca mìa...


Domenica 5 dicembre 2010

Finalmente di nuovo in bici
alla domenica mattina... ma solo per pochi

Sfidando il freddo (–1° alla partenza), i reduci di quello che un tempo era un vero gruppo ciclistico, che aspettava solo la domenica mattina per ritrovarsi e pedalare in allegra compagnia, si sono ritrovati dopo ben 5 domeniche di sosta forzata causa maltempo.
Solito percorso, quello che la nostra bella zona consente di praticare quando il freddo si fa sentire, ovvero Gravalüna-Canöbi... o, per chi da troppo tempo non pedala, Gravalüna-Cannero. Con tanto di foto in quel di Mergozzo e aperitivo al bar.

 

Pensiero della domenica
Andropausa precoce?!?
È il dubbio che ci è venuto in attesa dei molti che non si sono fatti vedere. Non vorremmo che il pensionamento o il pre-pensionamento di diversi abbia coinciso con un assopimento ormonale i cui effetti sono: diminuzione delle presenze il venerdì sera, assenza totale la domenica mattina, qualche pedalata infrasettimanale fra coetanei... questo per quanto riguarda la bici; mentre per gli altri aspetti più privati, pare che ci siano diverse consorti che vadano sussurrando alle amiche del cuore: «L'èra mëi prima, quand' al nàva föra di bäll e dopo l'èra ancüra bön da fà quai cöss, che adèss che l'è sempär fra i péï e l'è pù bön da fà niente!». Vox populi... noi possiamo solo prendere atto che da diverso tempo mancano all'appello.

 

Sabato 4 dicembre 2010: decima uscita in mtb
I gatti delle nevi


Continua l'avventura prefestiva in mountain-bike. Sabato è stata la volta della SS Trinità di Ghiffa-Pollino.
Nonostante sconsigliati da chi di mtb va e ne sa più di noi a proseguire causa la neve, impavidi, ci siamo fatti circa 6 km di sterrato/innevato fra i boschi e splendidi scorci sul lago Maggiore, sino a sbucare all'ingresso di Pollino.
Percorso quasi tutto pedalabile... mal di schiena permettendo... per lo più esposto al sole, con qualche tratto in ombra e una coltre nevosa abbondantemente al di sopra dei dëss ghéi in brevi tratti che ricordavano un paesaggio tipicamente invernale.
Tutto bello e divertente... ad eccezione del pezzo in discesa Premeno-Bèe: ad oltre 50 km/h, con un freddo che spaccava la fronte. Fortuna che non è durato molto, e più giù ci si è potuti godere quella che rimane sempre una gran bella discesa sia che la si faccia in mtb sia con la specialissima.

Nuovo fiocco azzurro in casa Cerlini
È nato un “ciocchino"
Sabato 4 dicembre Gianni è diventato nonno per la seconda volta.
La sua secondogenita e l'affermato biker Davide hanno regalato a nonna Maria e nonno Gianni un altro nipotino.
In attesa di ricevere nomi, dati e foto dell'ultimo arrivato, formuliamo all'intera famiglia Cerlini e Ciocca
i nostri più affettuosi auguri.

Firmato Bici Club Omegna

Prossimi appuntamenti:

Sabato 4 Dicembre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: fra piano e sovramonte

Domenica 5 Dicembre Ore 9,00 Sempär che pìova o fìoca mìa...


Domenica 28 novembre 2010

5 domeniche senza bici

E 5! Con il trend negativo che forse non è giunto ancora alla sua conclusione. Mai in vent'anni e più di bici
mi sembra di ricordare un salto di domeniche così elevato (relativamente al meteo).
Staremo a vedere...

 

Sabato 27 novembre 2010
Fortuna che ci salva il sabato...


Pochi sia quelli sulla fedelissima sia quelli in mtb in un pomeriggio decisamente freddino (3°-4° non di più).
Per i biker comunque, salvo un po' di freddo ai piedi (all'inizio) e alla mani (alla fine), è stato un pomeriggio
davvero divertente. Un po' di piana del Toce e poi su per Cavandone passando per i sentieri.
Da Cavandone si è preso la strada “tagliafuoco” per il Monterosso. Sensazioni davvero molto belle:
silenzio assoluto, solo il rumore delle ruote lungo il sentiero innevato.
Discesa un po' tormentata, ma niente di che. In questi casi si scende dalla bici
e la si porta appresso scarpinando.

PS Mentre si percorreva la piana del Toce all'andata e si ammirava la zona circostante, ci chiedevamo:
«Chissà se si riuscirà a conservarla intatta anche negli anni a venire?!?»
Caso vuole che al ritorno nei pressi dell'Isolino chi vediamo?!? Il sindaco di Verbania attorniato da altre persone mentre
consultano delle carte, spaziando con lo sguardo sull'intera area.
Il sospetto che quell'area non rimarrà tale negli anni a venire è venuto da sè.
Pensare male è peccato... ma quasi sempre ci si azzecca!!!

 

 

Prossimi appuntamenti:

Sabato 27 Novembre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: fra piano e sovramonte

Domenica 28 Novembre Ore 9,00 MTB “Around Mùtarünt”

Domenica 28 Novembre Ore 9,00 Sempär che pìova mìa...


Domenica 21 novembre 2010

Buca per la quarta volta consecutiva

Quarta domenica consecutiva di blocco forzato causa pioggia. Riassumiamo così il comune stato d'animo di noi cicloamatori che abbiamo quasi solo la domenica per sfogarci un po' sulle due ruote,
Per chi è capace, l'unico “pro” è stato quello di rimanere a letto a smaltire gli eccessi della sera prima, in occasione della tradizionale cena sociale.
Nell'occasione, oltre alle immancabili premiazioni delle due gare sociali 2010 e aver ricordato il ricco “bottino” di quest'anno su scala provinciale da parte dei nostri agonisti – in particolare del plurivincitore Daniele Prina (strada e montagna) e dell'altro giovine Andrea Rizzi (terzo nella montagna) –, sono stati distribuiti i nuovi giubbini invernali (secondo le taglie ordinate a suo tempo). A chi ci legge e non ne era al corrente, ricordiamo che al momento ci sono circa una dozzina di giubbini di scorta, di varie taglie; chi è interessato si faccia vivo, xché, se dovessero mancare, ci vorrebbero diverse settimane prima di averne dei nuovi.
Assieme ai giubbini sono stati consegnati ai partecipanti della cronocoppie un paio di comodi soprascarpe invernali offerti e sponsorizzati dal Centro Gomme di Gravellona Toce. Anche qui, chi fosse interessato all'acquisto sappia che ve ne sono solo una decina a disposizione.

I nuovi capi di abbigliamento

I numeri vincenti



scarica il pdf

 


Domenica 28 novembre • Le Salite del VCO atto secondo
“Around al Mùtarünt”
Dalla fedelissima alla mountain-bikePRENOTAZIONI ENTRO MERCOLEDI' 24 c.m.

Tenerci fermi noi della bici è un po' impossibile. Ci ferma la pioggia e la neve, ma appena il cielo si tranquillizza, non c'è stagione che tenga, si esce a pedalare... o con la specialissima o con la mountain-bike.
Quest'ultima diventa un'ottima alternativa quando si rischia di uscire per mesi lungo gli stessi itinerari (Panoramica, Cannero, Cannobio per i residenti a sud della provincia, Domo-Fondotoce per i residenti a nord... che barba!!!).
Da qui l'idea di organizzare qualche cosa che rispolverasse lo spirito della compagnia e dell'allegra brigata, memori delle divertenti uscite primaverili ed estive.
Presto fatto! Domenica 28 novembre (tempo permettendo), il Comitato organizzatore de Le Salite del VCO (nella sua componente che non è andata in letargo) presenta la 1 uscita collettiva in mtb intitolata “Around al Mùtarünt”, con tanto di pranzo intermedio al rinomato Circolo a tre stelle di Coiromonte, gestito dalle famose Tarts Sisters (trad. le sorelle “crostatine”).
Posto di ritrovo: piazza dell'Asilo a Gravellona Toce
Orario di partenza: ore 9.00
Percorso: Gravellona Toce, Piana del Toce, Feriolo, Traffiume, Baveno, Levo, casello dei Borromeo, alpe della Volpe, tre montagnette, Coiromonte, Armeno (per la via d'la bùascia e di pursceei), Pratolongo, Pettenasco, Omegna, Gravellona Toce
Km: oltre i 50
Tempo previsto: oltre le 5 ore complessive di pedalata
Rifornimento: pranzo al Circolo previsto fra le 12,30 e le 13.00. Ripartenza tassativa per le ore 14.30. Comunque niente paura, in caso di ritardo a tavola, si salta l'ultimo tratto Pratolongo-Pettenasco, scendendo direttamente su Omegna lungo la provinciale da Armeno.
Rientro previsto a Gravellona: per i senza luce di posizione, tassativamente, entro le ore 17.00; per gli “illuminati” anche dopo.
Per partecipare è tassativa l'iscrizione entro e non oltre mercoledì 24 novembre telefonando al 348 5843615 (Franco) o al 313 8353845 (Cesare). La quota dell'iscrizione è di Euro 20.00 (il costo del pranzo).
Dato che le Tarts Sisters devono organizzarsi e comprare il necessario per gli affamati bikers, anche in caso di pioggia il pranzo si terrà; quindi, se non in mtb, in auto, MA a Coiromonte per le 12.30 bisogna esserci... e, sai, che sacrificio!!!
PS Le iscrizioni si chiudono al raggiungimento dei 35 partecipanti... quelli in più, potranno partecipare, MA non avranno modo di pranzare.

Prossimi appuntamenti:

Sabato 20 Novembre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: fra piano e sovramonte

Sabato 20 Novembre Ore 20,30 Cena Sociale da Cicin

Domenica 21 Novembre Ore 9,00 Sperüma madumà che pìova mìa...


Domenica 14 novembre 2010

Non ci sono + i ciclisti di una volta

Riceviamo e pubblichiamo
Ciao Franco, ti invio la foto di sabato per lanciare il nuovo concorso quiz
'indovina chi sono', e per farti il resoconto dell'uscita di gruppo del
Bici Club Omegna (uscita domenicale).

Partenza di gruppo alle ore 9.00. Puntuali come degli orologi svizzeri
percorso bagnato (solo la strada), presenza di pioggia 0,
tranne quella alzata dalle macchine che passavano.
km totali 47, media finale 33.5 km/h.
Partecipanti... io, degli svizzeri, 'il grand' e il musicista... 0 la dirigenza BCO,
0 PENSIONATI (tanto loro possono uscire quando c'è il sole), 0 nuove leve...
poi... nessuno!!!
Che delusione!!! Quattro gocce d'acqua e tutti che si
spaventano... MA dove è andato lo spirito di qualche anno fa che si usciva anche
quando c'era il rischio di prendere non solo l'acqua, ma addirittura la neve?!?
Booh,
forse quando andremo in pensione (Silvio permettendo) lo capiremo!

ciao!
Gianca

Foto quiz

Chi sono?

E questo è quello che mi ero preparato...

Mannaggia al dio della pioggia!
(usando un'esclamazione della terra d'origine dell'Ottavo Nano e di suo cugino Abete... pardon Pino il Pescatore)
Sono ben tre domeniche di fila (mai capitato negli ultimi 12 anni) che si deve rinunciare all'uscita festiva
per ragioni d'umidità allo stato liquido.
Fortuna che ci si salva al sabato... anche se la domenica rimane la domenica...
almeno, per quanti ancora non sono a carico dell'INPS!!!
Vabbé, ci troveremo sabato prossimo a fissare nuovi piani strategici, sperando che il tempo ritorni ad essere favorevole, permettendoci di indossare, senza bagnarli troppo, i nuovi giubbini invernali.

PS Nell'ultima riunione correva voce che chi ci sarà alla cena sociale godrà di particolari sconti.
Mentre gli assenti pagheranno pegno.
Ricordiamo infine che chi organizza ha sempre il compito di fissare anche il numero dei partecipanti presso il Ristorante in cui si terrà la cena. Chi non lo avesse ancora fatto è invitato a comunicare per tempo
(che non significa sabato sera) la sua partecipazione.

Sabato 13 novembre 2010: ottava uscita in mtb

A ridosso del lago d'Orta

Siamo all'ottava uscita in mtb e lo spirito pionieristico sta prendendo il sopravvento sull'aspetto meramente sportivo. Armati di bussola e carta geografica (leggasi “Davide il DeAgostini vivente”), i nostri proseguono alla scoperta del territorio in sella alle loro fedeli mountain-bike (chissà come le potremmo chiamare nell'antico dialetto locale?!? Biciclétt 'd muntagna, biciclétt da fàdiga, biciclétt di craüvvv...).
Sabato scorso, presenti sia Pietro le Grand sia Pietro le Petit (che ha dato forfait solo di fronte all'ultimo ostacolo in discesa per via delle sue ossa ancora fragili dopo un recente squasso), la pattuglia ha provato nuovi itinerari intorno al lago d'Orta. Alla fine, fra dietrofront vari, sgarbellate fra rovi e “diavülìt”, slizzigate sotto i fò, i nostri sono riusciti a fare la circumnavigazione del motto che c'è davanti a Nonio, arrivando sino ai limiti di Ronco Superiore e mancando per poco (almeno, questa è l'ipotesi maturata dopo attenta consultazione della mappa) il sentiero per Oira.
Secondo lo scrivente la ragione del mancato raggiungimento della meta è dovuto al fatto che non è stato memorizzato adeguatamente e per tempo il percorso, così come si sarebbe dovuto fare visitando il sito <http://www.lagodorta.net/foto_zoom.asp?foto=siteimgs/tappa3%281%29.jpg> . Sarà per la prossima volta... perché, sia chiaro, il gruppo mtb del BCO, scarliga, ma non desiste.

Arrivo ai Laghetti di Nonio

 

Sabato 20 novembre 2010

CENA SOCIALE

Tradizionale ritrovo presso il Ristorante da Cicin


MENU

Aperitivo di benvenuto con bollicine

Tartine con pancetta ossolana

Cabemberg panato e pizzette calde

 

Capriccio di petto d'oca con misticanza

Fantasia di sedano con ananas e groviera

Broccoli al vapore con salsa acciughe

Bigné caldo con fonduta ossolana

 

Risotto al saten di Franciacorta e ragù di selvaggina

Gnocchetti di patate al peperone dolce

 

Filetto d'orata alla moda mediterranea

Patate al forno

Verdure al burro fine

 

Millefoglie al sottobosco dei ciclisti

 

Caffé

 

Vino e minerale

 

Al costo di euro 35,00


L'invito è esteso a: famigliari, amici, amiche, parenti prossimi ecc.

Fateci solo sapere per tempo chi viene.

 

 


Sabato 20 novembre 2010

Cantina nuova sede: si sgombera!!!
Sarà la volta buona?!?
Giuro che è l'ultima volta che lo scrivo...

Appuntamento per chi può e vuole presso la nuova sede alle ore 8.00
(per sfruttare meglio l'orario della discarica). Si vorrebbe finire lo sgombero
della cantina. Più si è e prima di fa.


Prossimi appuntamenti:

Sabato 13 Novembre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: fra piano e sovramonte

Domenica 14 Novembre Ore 9,00 Verso la Bassa... si spera!


Sabato 6 novembre 2010: settima uscita in mtb

Fra Torraccia e riali...
con “Pietro il piccolo” di casa nostra

Sabato scorso (forse in previsione della seconda domenica consecutiva di sosta forzata per pioggia)
al ritrovo delle 13,30 vi erano sia un nutrito gruppo di ciclo-stradisti (NB Con due nuove possibili reclute,
dato che corre voce che nel BCO non si sta poi così tanto male...) sia un “ottetto” di mountainbiker”.
Da segnalare l'assenza di Pierre le Grand (a Zermatt per motivi di lavoro... beato lui!), sostituito
(in ogni senso), da "Pietro il Piccolo” di casa nostra, accompagnato da un altro omegnese d'hoc.
Quella che doveva essere una semplice scampagnata di un paio d'ore (dato il nuovo orario),
si è di fatto trasformata in una bella uscita di 3 ore e rotte di pedalata, passando per il sentiero Azzurro,
lungolago di Mergozzo (NB Nel tratto di lago in cui nella bella stagione stanzia l'Ottavo Nano), piana del Toce,
Torraccia costruita ai tempi del Moro, Feriolo, Traffiume, Baveno alta sino alle prime case alte di Stresa.
Oltre 40 km quasi tutti pedalabili, ad eccezione di un tratto sotto le cave, di un paio di ruscelli
e di qualche altro ostacolo imprevisto.

Foto di gruppo dalla Torraccia. Nelle foto piccole altre istantanee dell'uscita

Venerdì 5 novembre 2010

Recuperato qualche mese d'affitto


Grazie alla stoicità di una quarantina di amiche/i, parenti vari (NB Erano la maggioranza)
e a un certo numero di soci, anche l'ennesima serata dedicata alla salute è andata in porto.
400 euro sono stati incassati, per far fronte soprattutto ai nuovi costi dell'affitto e alle nuove
spese per l'abbigliamento (leggasi: giubbino invernale e salopette).
Ricordiamo, a tutti (anche a coloro che non ci leggono, ma che possono essere informati
da chi lo fa regolarmente), che queste serate sono state decise assieme, allo scopo di riuscire
a contenere certi costi a favore di tutti.
Giustizia vorrebbe che, chi non è presente in queste occasioni, mettesse mano al portafogli
e integrasse il mancato introito per la sua assenza... vedremo!

Prossimi appuntamenti:

Sabato 6 Novembre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: alla scoperta di nuovi percorsi

Domenica 7 Novembre Ore 9,00 Verso la Bassa


Sabato 30 ottobre 2010: sesta uscita in mtb

Fra trincee, santuari e bosco tenso...
l'abbiamo messo in croce

Doveva essere un'uscita così così, invece è stata piacevole e ricca di sorprese.
Piacevole, perché, a parte il tratto del sentiero Cadorna
(sempre ostico e impegnativo, compresa la parte successiva
che porta al Santuario della Madonna d'Oropa di Migiandone),
si è sviluppata quasi tutta in piano lungo il Toce, sino al bosco tenso (x Davide: vedi —> <http://www.agriturismotensa.it/index.php?option=com_content&view=article&id=66&Itemid=98>)
di Premosello Chiovenda e oltre, dato che siamo usciti sulla statale a Vogogna
per poi lasciarla di nuovo nei pressi di Nibbio.
Una cinquantina di km passando per linee fortificate, vecchi alpeggi e l'oasi naturale del bosco tenso
che meritano una visita più attenta e prolungata.
Nelle foto alcuni momenti di attesa del nostro peso massimo, il quale, a dir la verità
– ad eccezione della parte iniziale –,
ha tenuto molto bene il passo, pardon! la pedalata degli altri. Semmai è qualche deluso cacciatore
che ha pagato pegno (= faticaccia) nell'occasione.
Se non fosse stato per l'altezza (per via di un mezzo metro di differenza),
è lui che sarebbe stato messo, metaforicamente, in croce e non Pierre le Grand.
Da segnalare inoltre l'incrocio con l'Ottavo Nano, che anche quando piove è solito portare gli occhiali da sole...
altro che il saluto dell'ombrello! Sarebbe bene che si sottoponesse al più presto
a una nuova visita oculistica e... psichiatrica.

PS Per non fare torti ai cicloamatori targati BCO del sabato pomeriggio,
ricordo che anche per loro il ritrovo è sempre
per la stessa ora e nello stesso punto.

Vari step dell'uscita (sopra) e foto di gruppo presso la Madonna d'Oropa/di Migiandone (sotto)

Domenica 31 ottobre 2010

Tutti a casa... causa pioggia

Venerdì 5 novembre 2010

Riunione pro-sede

Tradizionale serata dedicata a doghe e materassi della salute.

Ritrovo Circolo di Brolo per le ore 20.15.
Ricordiamo che al raggiungimento della 26 coppia verrà dato un contributo al BCO di € 600,00.
Dato che siamo nelle spese con la nuova sede... tutti i soci e le socie sono vivamente invitati a non mancare.
L'invito è esteso a: famigliari, amici, amiche, parenti prossimi ecc.


Sabato 6 novembre 2010

Cantina nuova sede: si sgombera!!!
Sarà la volta buona?!?

Appuntamento per chi può e vuole presso la nuova sede alle ore 8.00
(per sfruttare meglio l'orario della discarica). Si vorrebbe finire lo sgombero
della cantina. Più si è e prima di fa.


Prossimi appuntamenti:

Sabato 30 Ottobre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: si va per castagne

Domenica 31 Ottobre Ore 9,00 Verso la Bassa


Domenica 24 ottobre 2010

Che frécc!!!

Sembrava più una domenica di dicembre che di ottobre: temperature fra i 6° e i 10°.
Gran bel giro nella Bassa con tanto di foto da un magnifico punto panoramico in quel di Santa Cristina.
Peccato per la nebbia e... la condensa sull'obiettivo.
Gruppo sempre compatto... salvo la parte finale per via di impellenti impegni d'orario.
Per la cronaca il “Berta2” altri non è che l'anzaschino dal nome portoghese, il quale, quando esce in gruppo,
si permette certe libertà che a casa sua mai e poi mai si sognerebbe neppure di pensare. Ma il bello del gruppo è proprio questo: dare sfogo agli istinti più reconditi... ci pensano poi le rispettive consorti a rimettere in careggiata durante il resto della settimana.

Nella foto il gruppo dei pionieri nella Bassa Novarese

Sabato 23 ottobre 2010

MTB: in Camasca per castagne

Dopo un sabato di sosta per pioggia, il gruppo MTB BCO ha ripreso le sue uscite pre-domenicali.
Nell'occasione, dopo una faticosa uscita da Gravellona Toce per quel di Casale CC, i nostri hanno raggiunto
l'Alpe Camasca in quel di Quarna. Nella foto manca il Gianni che ha anticipato il rientro.
Unico episodio degno di nota, la scenetta finale con due esimi automobilisti: una Lei e un Lui. La Lei che chiede “Ma chi vi ha dato la patente a voi ciclisti?!?”, per il solo fatto di non essere riuscita a superare il gruppo in discesa. Il Lui, durante una manovra in pieno tornante con un pik-up, che sbotta “Cümincì a méta i luce e a pagà la tàsa da circulaziön e poi püdì nà in gïr, ma mia gnì chi a rümpa i ball!!!”, questo senza che nessuno di noi avesse proferito verbo e con tanto di bambino a lato della guida. Booohhhh!!!

 

Videoguardiamoci

L'arrivo in quel di Camasca
23-10-2010

Dal nostro cineoperatore GiancaIpod






Sabato 30 ottobre 2010

Cantina nuova sede: si sgombera!!!

Appuntamento per chi può e vuole presso la nuova sede alle ore 8.00
(per sfruttare meglio l'orario della discarica). Si vorrebbe finire lo sgombero
della cantina. Più si è e prima di fa.


Prossimi appuntamenti:

Sabato 23 Ottobre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: Camasca via Quarna Sotto

Domenica 24 Ottobre Ore 8,30 Riproviamo con l'Alto Vergante? (tempo permettendo)


Domenica 17 ottobre 2010

Dove osano... i cinghiali

Iniziamo dal fotografo. Provate a fare l'identikit: arriva anche lui come il Max dalla valle dell'Anza;
è una “ratela” di prima categoria; pedala, pedala che sembra voglia spaccare il mondo; il suo nome ricorda
certi conquistadores portoghesi...
Passiamo quindi alla cronaca della giornata.
Quando la maggior parte dei soci se ne stava pigramente a decidere se alzarsi dal letto o
fare come le marmotte d'inverno, il solito gruppo di valorosi ha sfidato il primo freddo di stagione
(min 7° max 10°) proseguendo la serie delle uscite pionieristiche d'autunno lungo l'entroterra del lago d'Orta.
Questa volta la zona prescelta è stata Garsona – Egro nel comune di Cesara.
L'escursione ha avuto termine dopo un breve tentativo di intraprendere il sentiero che da Egro porta a Monte Sangiulio: “Sàränn düsent metär da fà a pé...” avevano detto due cacciatori spara...balle.
Fortuna che a dar maggior peso alle parole del sottoscritto che quel sentiero l'aveva fatto la settimana prima
(“Ci sarà almeno un km da fare a piedi su ciotolato bagnato e scivoloso...”) sono arrivati due conoscenti
in MTB che hanno sconsigliato ogni approccio.
A proposito di cacciatori; da quel che abbiamo visto (prati completamente rivoltati),
i cinghiali della zona se ne fanno un baffo di chi va in giro come se dovesse affrontare la terza guerra mondiale.

Nella foto il gruppo di pionieri della domenica

 

Sabato 16 ottobre 2010

Sgombero atto 1°... il 2° x sabato 23 c.m.

Il gruppo dei “magnifici sette”, nonostante il tempo avverso, ha sgomberato il primo dei due locali
sottostanti la nuova sede in via Manzoni 19. Due furgoni
(NB Il furgone è stato gentilmente messo a disposizione dalla ditta Carelli) di rifiuti di ogni tipo (porno, sedili, cerchioni, tavoli, micro-onde, lucidatrice, attaccapanni ecc.) sono stati portati in discarica.
Da una stima approssimativa dovrebbero servire ancora due o tre furgonate. Si fa appello anche agli altri soci a mettersi la mano sulla coscienza e a darsi da fare: se si è una decina, con un secondo mezzo, basta un altro
sabato e si sbaracca tutto... compresa la vecchia sede, dove restano ancora dei trofei e altro.

L'appuntamento è per sabato prossimo alle ore 8.00. NB Se si è puntuali si riesce a sfruttare meglio
l'orario di apertura della discarica.



Venerdì 5 novembre 2010

Riunione pro-sede

Nell'ultima riunione di venerdì scorso si è deciso di aderire alla proposta della tradizionale serata
dedicata a doghe e materassi della salute in quel di Brolo (Circolo) in data
VENERDI' 5 NOVEMBRE 2010 alle ore 8.15.
Ricordiamo che al raggiungimento della 26 coppia verrà dato un contributo al BCO di € 600,00.
Dato che siamo nelle spese con la nuova sede... tutti i soci e le socie sono vivamente invitati a non mancare.
L'invito è esteso a: famigliari, amici, amiche, parenti prossimi ecc.



Mercatino

MTB usata, ma superaccessoriata

MTB “Specialized”, misura M € 2000 trattabili. Per informazioni tel. 339 2797972

Prossimi appuntamenti:

Sabato 16 Ottobre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: da qüai pärt aas' va...

Domenica 17 Ottobre Ore 8,30 Riproviamo con l'Alto Vergante?


Domenica 10 ottobre 2010

Turisti per caso

Viva quelli che ci sono!
Domenica frescolina, ma più che accettabile. L'ideale per una pedalata senza affanni,
guardandosi un po' attorno. L'occasione per far conoscere a vecchi e nuovi che lungo il lago d'Orta
esiste una località, Pella, che merita proprio la “pena” di essere visitata (pena, in quanto poi per riprendere la strada di sempre bisogna farsi quasi un km di salita).

Nella foto il gruppo “turisti per caso”

 

Sabato 9 ottobre 2010: mtb

Intorno al lago d'Orta

Ranghi ridotti, ma alla fine anche il giro del lago d'Orta è stato portato a termine.
Da Gravellona Toce sono quasi una sessantina di km fra asfalto e sterrato. Da Pella al Lido di Gozzano
si pedala quasi sempre lungo la riva: uno scenario da favola!



Sabato 16 ottobre 2010

Si sgombera la cantina

Appuntamento per le ore 8,00 presso la nuova sede. Più siamo e prima facciamo.
Si tratta di svuotare la cantina da roba varia che va in discarica
.



Prossimi appuntamenti:

Sabato 9 Ottobre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: da qüai pärt aas' va...

Domenica 10 Ottobre Ore 8,00 Verso la Bassa?!?


Domenica 03 ottobre 2010

Il “Verità” fa male, lo sò...

Chissà perché continuava a tornare in mente il ritornello della Caterina Caselli, ex casco d'oro...
Ci riferiamo all'uscita di domenica scorsa e alla diserzione di massa dei soci del BCO.
È bastata un po' di nebbiolina autunnale (che solo nella tarda mattinata si è intensificata quasi
ad assomigliare a una leggera pioggerella) per far girare i più dall'altra parte del letto.
Comunque sia al raduno domenicale erano presenti sette atleti,
tutti ancora contribuenti attivi a livello di INPS, che hanno seguito alla lettera il programma sociale
che prevedeva la pedalata sino al Monte Verità (apertura e chiusura della stagione “attiva” 2010).

Nella foto tre dei quattro che hanno completato l'ascesa canonica.

 

Sabato 2 ottobre 2010: mtb ???

In attesa di info

Non potendoci essere per ragioni sociali (finito alle 13,15 di piazzare stufa e scarico con il Gianca),
non sappiamo dove i quattro supestiti momentanei del MTB siano andati.



Sabato 2 ottobre 2010

Cena dei Mondiali

Oltre 170 commensali, di cui 7 del BCO, alla cena organizzata dal Masera calcio in collaborazione
con il Pedale Ossolano in occasione della prova su strada professionisti di ciclismo tenutisi in Australia.
I nostri hanno resistito sino all'una e mezza, dopo di che hanno fatto ritorno a casa, dove si sono visti l'arrivo verso le 7,30... in tempo poi per ritrovarsi al tradizionale appuntamento attivo della domenica mattina.
Per la cronaca, fra i cinque o sei (salvo qualche tiratardi aggiuntosi in tarda mattinata) rimasti
in quel di Masera a seguire sul maxi schermo l'arrivo vittorioso del norvegese Thor Hushov,
segnaliamo l'inossidabile (al vino più che all'acqua) Florido Barale,
che ha deliziato gli astanti con i suoi balli da grizzly bear.


Domenica 3 settembre 2010

Basta füngg!

Quarto e, forse, ultimo raccolto stagionale.



Prossimi appuntamenti:

Sabato 2 Ottobre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: da qüai pärt aas' va...

Domenica 3 Ottobre Ore 8,00 “I colori dell’autunno sul Monte Verità” (CH)


Domenica 26 settembre: dedicata alla “Mezza” e ai nostri poliedri atleti

In bici o a pé... ghé sempär da sudà

Breve giro mattutino in quel di Intra in attesa di prestare servizio alla “Mezza” di Gravellona Toce.
Poi, fedeli agli impegni, presidio nei punti richiesti, con le solite, immancabili lamentele degli automobilisti (maschi e femmine alla stessa stregua), indispettiti oltre misura per qualche minuto di sosta forzata in attesa che passasse la massa dei podisti.
Una volta svolto il compito assegnatoci, come sempre, abbiamo seguito i nostri atleti ciclo-podisti. E a loro dedichiamo foto e film.

 

Sabato 25 settembre: mtb A. Vermenasca-Tre Montagnette–Coiro–Armeno–Pettenasco

Divertìs cüma i bócia
in mëzz a paüta, acqua e m...a

Prosegue l'attività del settore MTB con un'altra esaltante uscita lungo le pendici del Mottarone.
Asfalto, sterrato, passaggi a piedi... insomma l'essenza della MTB, con tante ciliegine:
temperatura ideale, paesaggi mozzafiato, incontro con la “scrofa” e poi... tanto fango e “bùassc”
(merda di vacca) a iosa.
Costo finale dell'intera uscita per 6 persone: qualche euro di barrette e 2 euro di “elefantino”...
a tirà via tuta cüla paüta e mérda che ghéva sui biciclett.


 

 

Sabato 9 ottobre 2010

In Liguria a pedalà e a mangià füng

Si sta organizzando un sabato in terra ligure per una passeggiata in bici e un pranzo a base di funghi.
Chi fosse interessato a partecipare è invitato a comunicarlo per tempo.




Sabato 25 e domenica 26 settembre 2010

E dìsän che gha n'è mia!

Dedicato all'amico Tore.
NB Nell'ovale quelli di domenica.

Prossimi appuntamenti:

Sabato 25 Settembre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: Mottarone

Domenica 26 Settembre Ore 8,00 Solito posto (piazza Asilo GT) a spasso... aspettando la Mezza


Domenica 19 settembre 2010: 5° GP Dino Pavoni della Verta

Una corsa mozzafiato... e non solo!

Settantatre i partecipanti al 5° trofeo “Dino Pavoni” della Verta organizzato dal nostro sodalizio
e dal locale Circolo. Più di quaranta le persone impegnate lungo il percorso (fra cui due vigili del Comune di Omegna a cui vanno i nostri ringraziamenti) e nella gestione di classifiche e premiazioni. Sono questi i numeri dell'ultima agonistica della stagione 2010 su strada nel VCO.

Ventitre i partenti alle ore 9.00 fra Cadetti, Debuttanti, Gentleman e Junior; con vittoria finale per distacco
(e che distacco!!! ancora un po' e li doppiava) di Eugenio Piana, debuttante della Polisportiva Pettenasco.

Cinquanta, invece, tondi tondi, i partenti fra Senior, Super Gentleman A e B, Veterani.
Qui a spadroneggiare gli atleti della Edilbru-Basso Toce, con vittoria finale di ???

Un paio gli incidenti: il primo subito dopo poche centinaia di metri con tanto di frattura del pollice
per il povero malcapitato; il secondo a 300 o 400 m dall'arrivo, in quella che voleva essere una volatona
tipo prof e che invece ha finito per provocare un bel po' di splelature e ammaccature a due atleti.
In dialett disàn che l'è insì che s'incarna al misté...

I vincitori delle due gare.


Il nostro grande Doc quest'anno ha avuto parecchio da fare

 

La squadra che ha vinto il trofeo 2010: la Polisportiva Pettenasco


Scarica la classifica

Sabato 18 settembre 2010: MTB seconda uscita

Pedalando e scarpinando sul Monte Barro



Sentieri quasi impraticabili che lasciano evidenti segni su gambe e braccia (soprattutto per chi è di stazza extralarge... vero Pierre!?!), tratti con ghiaietto infido, salite dove devi farla a piedi se no non ce la fai, pezzi in discesa in cui dici “o la va o ti spacchi”... tutto ciò e molto altro (es. fotoreporter che vola più di una volta con i pedali incastrati alle scarpe) nella seconda uscita in terra cusiana del reparto MTB del BCO. Ma anche qui con un big happy-end... vedi la foto e l'impareggiabile scenario dalla cima del Monte Barro.


Sabato 18 Settembre Ore 13,30 Crociera Gravellona Toce. MTB: Monte Barro

Domenica 19 Settembre Ore 8,00 Circolo della Verta. Corrono... gli altri


Sabato 11 settembre 2010

Cambiare ogni tanto fa bene



Ogni tanto ci vuole: si mette a riposo la specialissima e si mette in movimento il cancello della mtb. “Cancello”, in quanto sono così rare le volte in cui la si adopera, che anno dopo anno, invecchiano loro, mantenendo il peso over 15, e diventiamo meno atletici noi nell’usarle.
Lo hanno capito i sette partecipanti al raid Arola-Alpe Sacchi-Quarne di oltre 50 km, tenutosi sabato pomeriggio dalle ore 13,30 alle 18.
Giornata splendida e paesaggio mozzafiato. Un po’ di fatica a ingranare (vero campione sociale!?!) e poi su-su sino ai 1285 metri sopra il rifugio valsesiano dell’Alpe Sacchi. Un momento di relax là dove osano le capre, seguito da un breve tratto con il cancello in mano o sulle spalle, e poi giù e su e poi giù di brutto sino all’Alpe Camasca e poi da lì sino a Quarna, chi per il sentiero chi per la strada asfaltata.
Nessuna foratura, nessun guasto tecnico e tanta-tanta soddisfazione.
Sabato prossimo, tempo permettendo, nuova uscita. Meta: monte Barro sopra Agrano.
Partenza alle ore 13,30 dalla crociera di Gravellona Toce.




Domenica 19 settembre 2010

Sorella acqua e... fratello vino

Il riposo del guerriero

Grazie alla macchina del President e all’autista Vit, tre dei nostri, a cui a Villa si è aggiunto poi il quarto, hanno partecipato all’iniziativa “Sorella Acqua”: 80 km dalla sorgente alla foce della Toce, per ribadire che sull’acqua non si specula, che essa è un bene fondamentale per ogni persona ed essere vivente. Non importa se si tratta solo della privatizzazione dei servizi di distribuzione... l’acqua non può essere “gestita” dai privati con il mero scopo del guadagno.
Un aspetto squisitamente politico? Se per “politica” intendiamo l’arte del governare la cosa pubblica, in cui anche il singolo cittadino ha diritto di dire la sua... la risposta è sì! Questo non significa abbracciare nessuna bandiera. Ognuno è libero di pensarla come vuole e tenere per questo o quel partito, soprattutto in un gruppo unito principalmente dalla passione per una pratica sportiva. Questo però non ci esime dall’esprimere il proprio pensiero su una materia così importante. Aperti, comunque e sempre, al confronto e alle idee diverse che ciascuno è libero di avere e sostenere anche all’interno del Bici Club.

 

Domenica 19 settembre 2010

Agonisti in gara al circuito della Verta

Vi ricordo che per l'organizzazione “prima, durante e dopo” c'è bisogno di tutti.

scarica il programma

 

 

 

Prossimo appuntamento:

Domenica 12 Settembre Ore 8,00 solito posto. C'è chi va alla Cascata e c'è chi va dove vuole...


Domenica 5 settembre 2010

Gùmi-Rizzi nuova coppia regina



Vün al ghéva mia parché gän fürà al näss, l’aüt parché l’éra una smana che ‘l ghéva la caghéta, un aüt l’éra nal paés dal Craxi, un aüt (cül che invidi pusé) l’éra al mar cun la murusa, un aüt ancura ‘l duveva riciapas dai fadigh da la cùsina, un aüt parchè ghéva puria da fass mäl che al dì dopo duveva cumincià a lurà süta un padron noüv, , un aüt l’éra a càscia (ma ‘a ssà mia da cüsa), un aüt (galét quanda a’ strata da ganasà a taula) l’éra via cun la dona, al Santino l’éra a Bergüm, al barbé e al Piscia in ägn che végnan mia... fatto sta che la 17 edizione della Cronocoppie Sociale 2010 ha visto 25 soci ai nastri di partenza. Potevano anche essere 26 se l’Ottavo Nano non si fosse spaventato per due gocce di pioggia in quel di Gravellona e fosse giunto in orario sia all’appuntamento per l’estrazione, che a quello per la foto e, infine, a quello della partenza.
Quest’anno a primeggiare (si fa per dire!) è stata la coppia Gùmi-Rizzi (neanche 90 anni in due!), seguiti a 1 secondo (gnianca al témp da starnudì) da Livio-Pino e poi, a un abisso, Gianni-Franco (con oltre 107 anni sul groppone).
In ogni caso, fatica a parte (e questa non può mancare, altrimenti invece della bicicletta avremmo scelto la briscola), è stata una bella giornata, conclusa per diversi a tavola a leggersi le varie classifiche fra un piatto di penne allo scoglio e un coniglio alla ligure che ti si scioglieva in bocca.
La morale finale è quindi sempre la stessa: peccato per chi non c’era!


scarica la classifica



Venerdì 10 settembre 2010

Si ordinano i nuovi giubbini invernali

Dopo che diversi soci hanno richiesto di procedere con le verifiche tecniche per i nuovi giubbini invernali, siamo arrivati a dover decidere entro venerdì prossimo sul tipo di giubbino e sul quantitativo da ordinare. Lo stesso dicasi per la calzamaglia. Tutto ciò se vogliamo avere i nuovi capi invernali per fine ottobre. Qui potete osservare e scaricare il disegno scaturito da una prima valutazione fatta in sede qualche settimana fa. Si è optato per un nero di fondo che meglio si addice per una stagione di solito “fangosa”. Gli addetti ai lavori (maglieria MB) l'hanno definita “fantastica”... onde ragion per cui questo dovrebbe essere il modello definitivo. Costo al di sotto dei 100 euro per il giubbino. Per questo si ordineranno SOLO sulla base di acquisti certi. Se siete interessati e nonpotete esserci venerdì fatecelo sapere.

 

scarica la versione maxi





Sabato 11 settembre 2010

Alpe Sacchi-Quarna Sopra in MTB

Per chi fosse interessato: partenza ore 13,30 dalla rotonda di Gravellona Toce. Ritorno previsto per le ore 17. Percorso accessibile a tutti... purché in possesso di gamba buona!


 

Domenica 12 settembre 2010

Dalla Cascata a Feriolo con “Sorella Acqua”

Dalla Cascata del Toce a Feriolo in bicicletta (con tanti ristori eno-gastronomici)
per affermare che l'acqua è un bene di tutti e non una semplice merce su cui speculare. In parallelo all'organizzazione ufficiale della manifestazione, stiamo allestendo delle auto per il trasporto di bici e ciclisti alla Cascata del Toce. Orario di Partenza dalla piazza dell'Asilo: ore 8.00. Partenza della manifestazione ore 9,30 dalla Cascata. Arrivo previsto per le ore 16,30 a Feriolo. Chi fosse interessato è invitato a darne comunicazione epr tempo... max venerdì sera alla riunione.

 

Appuntamenti successivi:

Sabato 4 Settembre
Ore 14,30 a Ornavasso • Ciclopellegrinaggio alla Madonan del Boden

Domenica 5 Settembre Ore 8,30 presso la nuova sede • CRONOCOPPIE 2010


Domenica 29 agosto 2010

Eravamo in parecchi...
ma diversi mancavano all’appello



Una bella domenica mattina in piacevole compagnia. Così possiamo riassumere l’uscita di domenica scorsa, in occasione del tradizionale appuntamento del giro di solidarietà di San Vito 2010, organizzato in collaborazione con la UILDM di Omegna.
Con la casacca del BCO (+ qualche socio con quella de Le Salite... per solidarietà... appunto!) eravamo circa una ventina, forse trenta, sicuramente con qualche unità in meno rispetto agli anni migliori. Ma tant’è... il periodo vede ancora gente in vacanza e gente che ormai non dà più segno di sé. C’est la vie!
Comunque sia, come sempre diciamo in questi casi, peggio per chi non c’era. Infatti il tempo una volta tanto è stato bello (a parte qualche grado perso nella notte... sabato pomeriggio si è toccato i 36°, domenica i 14°) e la compagnia pure. Anche il ritmo della cicloturistica non è stato troppo sonnolento: oltre i 25 orari alla fine della sessantina di km pedalati.
Non so’ ancora quanto è stato raccolto, ma sicuramente ancora una volta il nostro fattivo contributo a una valida causa l’abbiamo dato e il merito va a tutti coloro che c’erano. GRAZIE!




 

Sabato 4 e Domenica 5 settembre 2010

Fra il sacro e il profano

Ricordo a tutti il doppio appuntamento per questo fine settimana:
SABATO 4, alle ore 14/14,30 in quel di Ornavasso per il “ciclopellegrinaggio”
alla patrona dei ciclisti del VCO, ovvero alla Madonna del Boden.

DOMENICA 5, alle ore 8,30 (non più tardi!), presso la nuova sede sociale
(così anche chi fin'ora non c'è stato avrà modo di conoscerla),
sorteggio e tradizionale CRONOCOPPIE sociale 2010.
Se tutti saranno puntuali, seguirà: foto e inzio gara verso le ore 9,30/10.
Venerdì scorso è stata lanciata la proposta del pranzo post-gara.
Per organizzare è necessario conoscere per tempo chi ha intenzione di esserci.
A questo proposito sapete come farlo sapere: o per e-mail o telefonando a Giulio 335 6552659

 



 

Dal webmaster dell'UC Valdossola, Beppe Zanotti, riceviamo e con piacere pubblichiamo

I bagni degli antichi... ossolani

«Il 26/08 con Cesare e Oddone siamo andati ai Bagni di Craveggia, se non ci sei mai andato vacci
perché è molto bello, anche la vasca termale!!!
Spero di aver dato una buona idea. Ciao...»

Altro che buon'idea... aspetto le indicazione per arrivarci.

 

PS Se vuoi la foto in grande dei Vs gloriosi antenati, fammi sapere.

Appuntamento successivo Domenica 29 Agosto Ore 8,00 a Omegna • GIRO DI SOLIDARIETA' di San Vito

Mercoledì 18 - Venerdì 20 - Sabato 21 - Domenica 22 agosto 2010

Vacanze da sballo!!!



Panoramica Zegna: come tradizione vuole... immersi nella nebbia!!!

Rimella: tasso di umidità vicino al 90%. Paesaggio... da Valstrona sesiana.

Lago del Narét: la vera impresa dell'estate. Provare per credere...

 

Cortaccio, buona la quarta.

Guardati il filmato...

 

Prossimo appuntamento: il giro di solidarietà di domenica 29 agosto
in occasione dei festeggiamenti di San Vito 2010
.

Speriamo, come sempre, di essere in molti e di onorare un impegno
che non è solo quello di pedalare e divertirsi in compagnia, ma anche quello di pensare
a chi la vita ha riservato un diverso destino.
L'iscrizione è a offerta libera e il ricavato va a favore della UILDM
per la lotta contro la distrofia muscolare.

 



Appuntamenti successivi Domenica 15 e Lunedì 16 Agosto Ore 7 Solito posto Chi c'è... c'è

Martedì 10 agosto 2010

Riale: una classica chiusura
de LE SALITE DEL VCO


 

A dire la verità, alle 7 davanti allo Yo-yo, abbiamo pensato: “Tutti quelli che dovevano venire si sono girati dall’altra parte”. Abbiamo aspettato 10 minuti e poi, in sei abbiamo preso la via per l’Ossola. A Prata si è poi aggiunto Massimo. E sette...
Giunti al termine della salita che porta a Crevola, ecco Gianni e Livio che stanno scaricando le bici. E nove... Cento metri + avanti il quartetto ossolano capitanato da Cesare, con Oddo in avanscoperta. E quattordici.... S’incontra il Vit a Crodo (autista, ma sempre dei nostri... e quindici), che dice che davanti sono in 4 (il President, Davide, Silvano e Silvanino-Fabio). E diciannove...
Uno dopo l’altro vengono ripresi prima di Riale, ad eccezione di Oddo, che, all’arrivo alla Cascata, è già lì che ha finito thé e torta... come minimo è partito da Domo alle 7,30!!!
Come un gregge sparso per le alte vette entro le 11 tutti giungono al punto di convalida. Come sempre, c’è chi opta per un panino, una bibita e poi veloce (si fa per dire!) ritorno a casa, e chi se la prende comoda con l’intento di pranzare in compagnia e poi prendere la strada del ritorno.
In questo frangente l’unica nota stonata – soprattutto per chi organizza – è quella di una delle due sorelle gestrici del pdc che, alla domanda “Che cosa ci preparate di buono?”, non dà alcuna risposta... come se la cosa non la riguardasse minimamente. No problem! Düva à s’và a pacià?
Si opta per il locale più distante: girato l’angolo, belli spaparazzati al sole (a s’fà pär dì...), si pranza presso lo Stube. Sono le 11,45; mentre si aspetta che il cuoco sprigioni la sua arte, thò che ‘l rìva anca al Claude... e VENTI! Tombola!!!
Per finire:
1. a pranzo in dieci: pasta al ragù (1 hg abbondante e boona), birra, vino, dolce, caffé e grappa a volontà (pär al Gianni)... euro 13 a testa (NpiS Otto euro di resto sono stati versati alla cassa del BCO, come contributo spese nuova sede);
2. al caffé della Teresa in nove... con il Davide in avanscoperta in quel di Crodo a prendere il sole per una mezzoretta;
3. a casa, tutta in bici, in sei (divisi in due scaglioni da tre; con – pare! – qualche piccola ammaccatura per il peso max Alfìö);
4. a finire Le Salite del VCO 2010... almeno in dieci.
This is all, people! Alla prossima!!!

 




Curiosità

Scoperto l’ottavo nano!!!


Claude, prima del recupero auto in quel di Piedilago (“Sai, ero un po’ in ritardo...”), ha avuto la fortuna
(o sfortuna, secondo da come uno la vede) d’imbattersi nel mitico ottavo nano del BCO: nano Pucci,
il brontolo del mezzodì (“Ghò fämm, ghò fämm).


Impegni d'agosto

Conferme e rinunce

MARTEDI' 10 agosto —> Cascata del Toce OK è andata!
VENERDI' 13 —> Lago del Narèt & C. Saltata. Chissà se si riesce prima che l'estate finisca...

MERCOLEDI' 18 —> Panoramica Zegna

Venerdì in sede si è deciso di spostare la partenza dal solito posto alle ore 8.00

Anche in questa uscita dovremmo avere l'auto da supporto guidata dall'amico Vit.

Prevista la sosta-pranzo presso la locale birreria.

PS Al momento, secondo le previsioni meteo, rimane un'uscita a forte rischio pioggia. Vigàrüma...

 

VENERDI' 20 —> Rimella
Cesarone propone una Omegna-Rimella (Valsesia) di km 90 c.a per venerdì prossimo.
Partenza dal Circolo di Brolo alle ore 8.30.
Il programma prevede PRANZO presso il luogo di partenza verso le ore 13.

 

Appuntamenti successivi Domenica 15 e Lunedì 16 Agosto Ore 7 Solito posto Chi c'è... c'è

Venerdì 6 agosto 2010

Prima riunione in Via Manzoni 19


 

Per gli annali del BCO, venerdì 6 agosto figurerà come la data della prima riunione
nella nuova sede di Via Manzoni, 19.
Sebbene ancora in fase di sistemazione (poche cose da sistemare, fra cui qualche coppa-cimelio, qualche foto, ecc. ecc.), la nuova sede (per la cronaca: rimessa a nuovo e resa decorosa dall’impareggiabile Santino, a cui va un ringraziamento speciale a nome di tutto il sodalizio) è stata inaugurata di fatto (per quella ufficiale ci si penserà poi...) con un nutrito gruppo di soci.
A scaldare l’ambiente, come si conviene ad agosto, una bella discussione fra il Walterino e il Franchino, che si sono confrontati sul tema: “Càpiss l’è dìficil, ma mia impusìbil”. Peccato che non c’era l’Henry...
al profesür in materia.
La serata si è conclusa con la visita alla vicina succursale specializzata in pizze, calzoni, pasta alla scoglio “made bco”... ovvero: a prezzi convenzionati!

 




Domenica 8 agosto 2010

La Segletta è sempre la Segletta


Che cosa ti manca? Piacavallo e Trarego.
Porc... già fatti e rifatti, MA per l'amicizia s'è spusà anca un frà... via, nüma!

Così l'Albertino e il sottoscritto hanno accompagnato il Lauro nella sua timbratura domenicale.
Sfatata ogni previsione del venerdì sera: in poco più di 4 ore, con diverse soste di carattere tecnico (tacchetto rumoroso) e fisiologico (problemi de panza e de vescica), è stato portato a termine il classico percorso GT-Segletta-Piancavallo-Monte Carza-Cannero-GT. Giornata splendida, temperatura e aria ideale per una pedalata sopra i 1200 mslm.


Impegni d'agosto

Programma confermato

MARTEDI' 10 agosto —> Cascata del Toce partenza h 7,00;
VENERDI' 13 —> Lago del Narèt & C. partenza h 7,00 (col furgone e auto sino all'ingresso/in mezzo alla Val Maggia)
MERCOLEDI' 18 —> Panoramica Zegna (con pranzo presso la birreria già provata con successo lo scorso anno... CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE).

In tutte e tre le uscite dovrebbe esserci un'auto di supporto... con l'amico Vit ha fare da supporter

Domenica 1° agosto

Al Lusentino con Mike... pensando a Liverpool


 

Lo confessiamo: abbiamo sudato parecchio, ma alla fine ha dovuto sventolare bandiera bianca...
e, a quel punto, si è potuto tirare finalmente il fiato e procedere come polmoni, cuore e gambe richiedevano.
Il poveretto (si fa per dire!) è l'amico Mike Fugaccia di Liverpool, con il quale siamo usciti domenica scorsa,
meta il Lusentino (che mancava ancora al Président e a Denny “il bancario”).
Alla fine, dopo un mega ristoro, in attesa che anche Denny arrivasse, foto ricordo e discesona a perdifiato (record del Gianca con oltre 87 km/h).
Da segnalare infine il ritrovo a Gravellona T. con altri reduci da salite (Gumi e Dario da Cortaccio, Adriano da Macugnaga... Giuliano dalla sartoria) per il tradizionale aperitivo
(proseguito con il pranzo in onore dell'amico Mike per Enry, Denny e Giulio).

NB L'idea di un week-end in GB per il gemellaggio con la società ciclistica di Liverpool (102 anni)
si fa sempre più strada. Chi è interessato si faccia vivo.

 

 

 


TRASLOCO FATTO!
Da Venerdì ci si trova nella nuova sede
in Via Manzoni 19

Giorgio F, Roberto Z, Alberto S e Alberto C., Enry, Danilo, Giulio, Santino, Enrico Z., Franco
sono i soci che sabato scorso hanno portato a termine
(anche se, in verità, qualche cosina è rimasta ancora nella vecchia sede)
il previsto trasloco.

Da venerdì 6 agosto quindi il ritrovo settimanale non sarà più in Vicolo Isonzo, 2,
ma duecento metri più giù verso il lago, proprio di fianco alla pizzeria “I cavalieri”


Prossimo appuntamento Sabato 31 luglio Ore 8 Circolo F. Ferraris / Attuale sede

 

TRASLOCO!


Come da accordi, appena resa accessibile via Manzoni, si è deciso la data del traloco nella nuova sede:
sabato prossimo, 31 luglio 2010, con ritrovo alle ore 8,00 al Circolo Ferraris.
I f.lli Carelli mettono a disposizione il furgone, per cui... più siamo e prima ci sbrighiamo.
L'idea è di dividersi in due squadre: una giù, nella sede nuova, a sgombrare i suppellettili che non servono
(un computer, una scrivania, qualche sedia disfatta... destinazione discarica);
una su, a preparare tutto quello che è da riutilizzare e quello che c'è da inviare al macero.

 

 

Appuntamento successivo Domenica 1° Agosto Ore 7 Solito posto Chi c'è... c'è

Domenica 25 luglio

Maledetto telefonino!


 

Ieri, mattinata stupenda per i cicloamatori come noi: temperatura addirittura frescolina (16°) al ritrovo,
poi aumento graduale sino ai 32° di mezzodì in quel di Gravellona, con l’intermezzo intorno ai 24/25°,
durante i quali si è affrontata la salita di Cortaccio.
Da sottolineare lo spirito con il quale due non ancora pensionati, Enrico e Franco,
si sono resi disponibili ad accompagnare due soci (Alfio e Fabrizio) che ancora non avevano affrontato
l’ardua salita. NB Per entrambi si è trattato della terza volta.
Salita resa, se possibile, più agevole proprio dal clima favorevole e da un cielo terso che ha fatto da corollario
a un paesaggio davvero mozzafiato (in tutti i sensi!!!).
Il fatto che il quartetto abbia proseguito poi sino a Cortaccio, giungendo al punto panoramico per eccellenza (dopo un trecento metri a piedi, fra le case del paesino svizzero), ha reso ancora più esaltante l’impresa.
Il tutto ripreso attimo per attimo da fotocamera e da telefonino... e qui sta l’inghippo!
Prima la scheda della fotocamera che va in tilt, poi il telefonino che, lui sì funziona, ma chi lo fa funzionare non sa nemmeno da che parte iniziare e... prenderlo. Fatto sta che solo dopo aver quasi riempito la memoria a disposizione e dopo aver finalmente capito che cosa intendeva il “camusìn” con “prova a girarlo”, anche quest’ultimo aggeggio è riuscito a fare il suo dovere. Peccato che il clou della ripresa sia andato a farsi friggere... sarà per la prossima volta!
PS Il telefonino mi è sempre stato ostico... sarà perché mi bastano e avanzano tutte le ore che passo al computer. Una cosa però è certa: certe idiosincrasie (trad: una röba che ta stà sui bäll) alla fine si pagano.

 

 


Impegni d'agosto

Programma di massima

La salita della Cascata del Toce è prevista indicativamente per MARTEDI' 10 agosto;
mentre quella al lago del Narèt & C. (col furgone e auto sino all'ingresso/in mezzo alla Val Maggia)
si potrebbe fare venerdì 13. Fermo restando che mercoledì 18, come da calendario,
ci sarebbe la Panoramica Zegna (con pranzo alla birreria già provata con successo lo scorso anno).

Il condizionale al momento è d'obbligo... venerdì prossimo si decide, come sempre, in sede.

 


Domenica 18 luglio

Il caldo e le salite sciolgono il gruppo


 

Non c'è come il gran caldo (e il crescente numero di pensionati che hanno tutta la settimana
per uscire in bicicletta!!!) per fare sì che domenica scorsa alle 7.00 si sia trovato il solo “camüsin” al solito posto per prendere poi in solitario la strada per Trarego e Piancavallo. A seguire un “extremista” (che osa là dove ancora i neo-pensionati devono decidere se andare a faticare o meno) che punta il manubrio verso Piancavallone (Cappella Porta). A seguire ancora, un gruppetto di pensionati che optano per le basse quote. Degli altri si hanno vaghe notizie di timbri fatti alla chetichella, finendo per incrociarsi casualmente l'uno con l'altro (sic!).

 

INFO PER CHI E' ANCORA ATTIVO NEL MONDO DEL LAVORO

Con i tempi che corrono, saranno parecchi che le ferie le faranno in loco.
L'invito è di tenersi in contatto per organizzare assieme qualche uscita
(Cascata del Toce, Panoramica Zegna, Laghetti di Naret in CH ecc.).

 

GRAZIE SEMPRE E COMUNQUE

Lunedì ci è stato chiesto di dare una mano nell'assistenza a una biciclettata e lo abbiamo fatto. Billy è sceso da Gignese per esserci anche lui assieme all'amico Tore. Con loro Pino e figlio, Gianca e figlio, Walterino e chi scrive. In sostanza ci siamo ritrovati a rappresentare, con l'ambulanza, quasi il cinquanta per cento dei partecipanti.
A chi chiedeva chi fosse quello sparuto gruppo di pedalatori in giro per Omegna, la risposta è stata: una processione! Piccola, raccolta (si fa per dire!), sofferta (per i più)... proprio come una processione!

La consolazione (anche per chi è sceso dal Mottarone apposta) è che far del bene appaga sempre lo spirito.
Per questo, un sentito “GRAZIE!”

 

 


 

Domenica 11 luglio

Quasi in 200 alla centovalli 2010


 

Esattamente 184, questo il dato finale de “la Centovalli 2010”. Un risultato non fra i migliori di questa bella medio fondo, ma neppure fra i peggiori. Uno specchio fedele dei tempi che stiamo vivendo. Comunque sia chi vi ha preso parte ha avuto modo ancora una volta di assaporare le gioie ciclistiche di un percorso paesaggisticamente stupendo, non troppo impegnativo, dove è possibile dimostrare tutto il proprio valore pedalatorio.
Quest'anno il trofeo (Ciclomania Barale) è andato al gruppo “Malpensa Bike” con quasi una trentina di partecipanti, e questo ci fa un enorme piacere. Speriamo che a loro volta facciano da entusiati ambasciatori di questa nostra manifestazione.

le foto de “la centovalli 2010”

scarica la classifica a squadre

 


Domenica 4 luglio

Timbro pieno e sofferto


 

Sparuto gruppo di lavoratori ancora operativi che ne approfitta del sabato e della domenica per timbrare.
Così ieri, domenica 4 luglio, è stata la volta della Val Bognanco con Graniga per i più e San Bernardo per i meno.
Da sempre abituato a vivere fra le minoranze, posso dire che ne è valsa proprio la pena: la salita di san Bernardo rimane una delle più affascinanti sul piano paesaggistico e non solo. Sempre molta fatica, ma ripagata da tanta bellezza e da un'aria sopraffina... soprattutto ieri quando a Domo o a Gravellona Toce la colonnina del mercurio toccava i 37° e oltre.

PS Abbiamo provato a rintracciare gli “amici” dell'UC Valdossola (in particolare chi aveva lanciato l'invito
per la festa), ma di loro neppure l'ombra. Stiamo a vedere se almeno quella del prunet di casa Nino esiste o meno...


Domenica 11 luglio

È arrivato il momento de... La Centovalli 2010


Tradizionale appuntamento con la mediofondo organizzata dal Bici Club Omegna domenica 11 luglio con partenza “alla francese” (a singoli o a gruppi) dalle ore 7.00 alle ore 7.30 dal solito posto: Circolo F. Ferraris di Omegna.
Percorso di c.a 135 km lungo a riva piemontese del lago Maggiore sino a Locarno, poi ingresso nella verde vallata fra Italia e Svizzera per approdare poi al ristoro di Santa Maria Maggiore, quindi discesa su Masera e ritorno ad Omegna passando per Mergozzo.
Ognuno la prende a suo modo: c’è chi la fa a tutta birra e chi in completo relax. De gustibus non est disputandum (sui gusti non si discute)! L’importante è divertirsi.
Costo dell’iscrizione: 10 euro con t-shirt e buono pasta finale compresi.

Scarica la cartina e le info

 


Domenica 27 giugno: 25 Omegna-Alpe Quaggione

Galbignani e Prina sugli allori


 

Mauro Galbignani fa “six” e l’Omegna-Alpe Quaggione ha il suo monarca assoluto. A rendere gli onori al grande scalatore varesino l’altro re degli anni Ottanta: Alberto Bogo, il vincitore incontrastato quando il percorso prevedeva il passaggio da Germagno e l’ultimo tratto non era ancora asfaltato.
Il varesino, con la nuova maglia bresciana dell’Aurora 98 Zaina Biciclette, ha fatto sua l’edizione d’argento, ovvero la 25... e modo migliore per onorare questa ricorrenza non c’era.
Poco importa se il record di Saverio Ottolini (ottenuto nel 2008 con 35’01”) non è stato ritoccato; all’ex re dello Stelvio rimane il secondo tempo di sempre con 35’04” ottenuto nel 2007.
Ora arriviamo alle notizie più eclatanti di casa nostra: Daniele Prina è entrato nella top ten con il 7° posto assoluto e primo di categoria, a soli 3” da chi lo ha preceduto e abbassando di quasi due minuti il suo miglior tempo dello scorso anno. Un risultato che premia la costanza e l’impegno di Daniele... che quest’anno l’ostica salita l’avrà provata almeno una dozzina di volte (e siamo sicuri di peccare per difetto). Con questo risultato dovrebbe essere in testa alla sua categoria nel campionato provinciale di corsa in montagna, che, di questo passo, andrà a bissare più che meritatamente.
Altra nota positiva è data dall’altro giovane Andrea Rizzi, terza nella sua categoria, con il ragguardevole tempo di 45’28”, confermando così che il risultato della sociale di Quarna non era un fuoco di paglia.
Buono anche il risultato di Roberto Tassera, che non è certo arrivato “ultim” come hanno scritto certe Cassandre, ma si è avvicinato ai suoi tempi migliori.
Che dire poi di Gianni Cerlini, l’inossidabile (di più... dato che porta due anche di platino) atleta del BCO, che ha abbassato di quasi tre minuti il tempo dello scorso anno (fresco fresco dall’intervento)!?!
Mentre giù di tono è apparso il “camusìn” Fabrizio De Gaudenzi, cui evidentemente altre cose ben più importanti della vita hanno impedito un’adeguata preparazione [NB Il tempo assegnatogli (54'15") in un primo momento era comunque troppo alto: il nostro era stato penalizzato di ben 4'. Fortuna che c'era il cronometrista nonché fotografo Franco che ha registrato tutto scrupolosamente).
Ultimo del BCO, ma non ultimo in assoluto, Gianfranco Polli, a cui va il merito di averci provato.
E bravo “pollastro”!

Scarica la classifica... quella giusta

Domenica 20 giugno: CT Prata-Sempione 2010

Pochi... ma ottimi!!!


 

Seppure con un clima decisamente anomalo per essere l’ultimo giorno di primavera, si è svolta la seconda cicloturistica Prata-Sempione organizzata dall’UC Valdossola in collaborazione con il Funtos Bike.
Una cinquantina i partecipanti, con il gruppo Amatori di Novara a farla da padroni (NB In corsa per la classifica regionale cicloturistiche UDACE). Con noi del BCO in uno sparuto gruppetto di tre + due (Livio e socio dalla vicina Valsesia).
Un po’ di vento contro sino in prossimità di Simplon Dorf, poi, stranamente, solo un po’ di freddo, ma assenza di vento sino al passo, dove attendevano Oddone e socio per il ristoro.
Per la discesa l’unico ostacolo è stato il freddo, che non ha consentito di lasciarsi andare giù a ruota libera. Comunque sia velocità massime intorno ai 72/73 km/h.
Da Varzo in poi temperatura intorno ai 20°.
A Prata, infine, pasta party e costine in allegra compagnia.

 


Domenica 27 giugno

25 OMEGNA-ALPE QUAGGIONE

In pochi (per non dire quasi nessuno) sanno che domenica la classica corsa in salita Omegna-Alpe Quaggione compirà il suo primo quarto di secolo. Speriamo di riuscire ad onorare questo importante traguardo nel modo migliore, ossia garantendo un'accurata organizzazione (venerdì sera preparazione delle borse; sabato pomeriggio rattoppi strada e sistemazione arrivo; domenica mattina assistenza; domenica a pranzo in un numero adeguato, a testimoniare il legame di amicizia che ci lega alla baita e ai suoi gestori.



TESSERAMENTO 2010

Il nuovo Consiglio ha deciso di mantenere invariato
il costo d'iscrizone al Bici Club Omegna (€ 15)
e all'UDACE CSA In (€ 35).
Idem per il prezzo del consumo a seduta: € 2

A questo punto l'invito a tutti i soci e socia (una ne abbiamo... moroso permettendo!)
a rinnovare la propria iscrizione... prestando attenzione alla data della scadenza dell'idoneità fisica.
Ricordiamo ancora una volta che:

il TESSERINO ha validità dell'anno solare in corso (1.1.2010 —> 31.12.2010);
mentre l'idoneità fisica vale un anno dalla data in cui è stato rilasciato l'apposito certificato medico.

 

Domenica 13 giugno

Macugnaga - Soi... ma non per tutti!


 

Dodici al ritrovo più un aggregato in corso d'opera. Peccato solo che l'intero programma non sia stato seguito dall'intera brigata. Al grido unanime di: «Ma a noi pensionati chi ce lo fa fare di penare... così?!? – che ha contagiato anche due o tre atleti che pensionati ancora non sono –, si è assistito a una diserzione di massa:
dei 13
solo 5 alla fine hanno fatto i due timbri. In verità un anzaschino ci ha provato, ma, poco dopo Bannio,
l'à pensà: «Gò a cà trì fìoï e una dòna da mantégna. Se ssciòpi... ghè gnanca i söld dal fünàral!».
Il pensiero poi di lasciarci le penne proprio a due passi da casa, con il pranzetto domenicale già bello pronto...
Altro discorso per gli altri; con qualche defaiance corporale e mentale... ma, si sà, a una certa età è inevitabile
che la centralina dia qualche segnale di cedimento.
PS Dimenticavo... il secondo anzaschino della brigata non ha fatto migliore figura del primo.
Non a caso, in un paio di occasioni, incrociando dei compaesani nonché conoscenti,
questi lo hanno salutato così : «Ciaü, lazzarün!!!»

PPPPSSSS Domenica obblighi di società: si partecipa alla CT del Sempione organizzata dall'UC Valdossola e dal Funtos Bike (il che non esclude possibile pioggia... dato che quest'anno non ne hanno azzeccata una!).
RITROVO: Prata di Vogogna (VB)
PARTENZA alla francese: dalle ore 7,30 alle ore 8,30
PERCORSO: Vogogna, Domodossola, Varzo, Passo del Sempione e ritorno
Lunghezza: 110km dislivello: 2000mt

Costo iscrizione € 7,00 + buono pasta € 10,00

Come lo scorso anno ci sarà anche la grigliata. Polli, preparati a sganciare...

Dal Lusentino al Boden... bagnati e bevuti: povareti!



Altri orari, altro tempo, altri fisici. Il trio si completa con l'Henry, autore delle due foto.


Martedì 8 giugno

Cronoscalata: largo ai giovani!


 

Dopo il “recupero” di martedì è stato finalmente possibile stilare e pubblicare la classifica ufficiale
della 5 cronoscalata sociale CIREGGIO-QUARNA SOTTO. Per il terzo anno di fila il successo è andato a Daniele Prina, che ha stabilito anche il nuovo record con 16'30", migliorando il precedente (sempre suo!)
di ben 17 secondi. Alle sue spalle il secondo teen-ager del BCO Andrea Rizzi e terzo Roberto Tassera
che giovincello non lo è più da un po'.

Comunque sia questa è classifica: studiatevela bene e iniziate a prepararvi per la prossima.

Scarica la Classifica Cronoscalata Sociale 2010

 


Domenica 6 giugno

Alpe Cheggio... con passione

 

6 maglie rosse, 2 verdi e 4 ufficiali + un’altra verde con altra destinazione si sono ritrovati puntuali alle ore 7 al solito posto: destinazione Alpe Cheggio. Successivamente altri 2 (maglia nera Nove Colli extralarge e maglia ufficiale) hanno raggiunto il gruppetto ufficiale mentre questi già scendeva... almeno in parte (problemi di stomaco per qualcuno, che, nonostante tutto da caparbio qual è, è arrivato alla meta con qualche “minutino” di ritardo).
A proposito di maglie nere extralarge: il vederlo scrivere come un bambino delle elementari nella parte più ripida della salita ha fatto sorgere più di un sospetto sulla sua performance nella cronoscalata sociale del mercoledì precedente... che abbia già adottato la pila-motore e che questa si sia scaricata lungo il tragitto più lungo?!?
Per il resto nulla di particolare da segnalare... i soliti ciùciaruote, che fanno i “galletti” (per rimanere nella specie) quando sono seduti a tavola o in riunione, e poi in bici si comportano come i pulcini... ovvero, sanno andare solo dietro alla chioccia.
Infine, tre sassolini da levare subito, alias tre casi di comportamento “a-sociale” da segnalare.
1. non rispetto dell’orario stabilito (NB riunione del venerdì sera docet)
2. abbandono del gruppo per meta solitaria, aggravato dal fatto di non aver comunicato importante appuntamento gastronomico in quel di Anzola
3. aperitivo preso isolatamente da due neo-pensionati al termine dell’uscita, mancando di estendere adeguatamente l’invito al resto della compagnia.



Nella foto le avanguardie al ristoro di Antrona

 


Cronoscalata

Martedì 8 giugno alle ore 18.00

Come da impegni assunti dal presidente, martedì 8 giugno alle ore 18.00 nell'area antistante
il Circolo di Cireggio si daranno appuntamento cronometristi e concorrenti della cronoscalata sociale 2010
che non hanno potuto essere presenti la settimana prima.


Variazione di programma

Al Sempione si va il 20 di giugno

Contrariamente a quanto pubblicato precedentemente, la cicloturistica del Sempione non si terrà domenica 4 luglio, ma domenica 20 giugno, organizzata dall'UC Valdossola in collaborazione con il Funtos Bike. La prova rientra fra quelle valevoli per il Campionato regionale di Cicloturismo UDACE CSA-In.

 

 


Mercoledì 2 giugno: Cronoscalata sociale 2010

In attesa della classifica finale

 

Si è tenuta ieri a ranghi ristretti la prevista cronoscalata sociale 2010 Cireggio-Quarna Sotto.
“A ranghi ristretti” per via che i giovani rampanti e il solito Berta erano impegnati nel giro dei Due Laghi, valevole come prova provinciale su strada 2010.
Solo per loro, martedì 8 c.m., in orario serale, verranno presi i tempi che andranno a formare la classifica finale. Classifica che al momento vede in testa il “camüsìn” da Pedmünt, alias Fabrizio Degaudenzi.



Nella foto grande, le gambe di due soci del BCO: un favoloso premio a chi saprà riconoscere i... proprietari.
Ovvio, che vale solo per chi non ha visto il fotografo all'opera.
Nella foto piccola, i due pesi massimi della competizione... vero esempio di come vanno vissuti questi appuntamenti



Domenica 30 maggio

Il cielo è con gli audaci

 

Numerosi in zona partenza, con diversi timorosi (per non usare altri aggettivi che potrebbero apparire offensivi) in merito alle condizioni meteo. Sono infatti bastate venti goccioline nel tratto Toce-Cuzzago per far desistere almeno 4 o 5 pseudo-atleti... in verità sarebbero stati uno in + se questi avesse avuto solo uno dei suoi soliti amici di bici disposto a seguirlo. Fatto sta che a Domo è giunto un bel gruppetto di oltre una dozzina di pedalatori. Qui la scissione: metà verso il Lusentino, l'altrà metà verso Graniga... al motto di: mì lì sünn già stàcc!
Salita pressoché all'asciutto sino quasi in cima; solo negli ultimi km la pioggia si è mischita al sudore. Il tempo di rifocillarsi
e poi giù come i veri professionisti del pedale. A Domo c'era Elio ad aspettarci... ma non quelli di Graniga, ritardatari rispetto alla tabella di marcia. E così alla fine il ritorno a casa è avvenuto in due tronconi.

Da segnalare infine due cose:

La prima, un'esperienza da non augurare a nessuno:
fermarsi per strada a liberare un uomo rimasto schiacciato da un tronco.

La seconda, mercoledì 2 giugno è in programma la tradizionale cronoscalata Cireggio-Quarna Sotto. A mezzogiorno pranzo presso il circolo di Brolo per “far fuori” il prosciutto toscano della Vernaccia. È gradita la prenotazione.


Dall'“Asocial-group” riceviamo e pubblichiamo

Pucci e il suo allievo si sono mossi da Gavellona con consueto ritardo (10) x spianare l'Alpe Segletta e gustarsi un bel panino e un'ottima fetta di torta all'Alpe Canza! Sofferto un pochino di freddo a Piancavallo ma x il resto uscita ottimale con possibilità di scambiare 4 chiacchere con alcuni partecipanti della stokalper!

Henry

 

Domenica 23 maggio

40 Nove Colli: fra i 12.000 partecipanti

 

Un fine settimana all'insegna del bel tempo: era ora!!!
Mentre il grosso del BCO avrà dato di sicuro mano al tesserino de LE SALITE DEL VCO, la mini-pattuglia di 6 elementi era in quel di Cesenatico a partecipare alla 40ma edizione della mitica “Nove Colli”:
Per l'occasione record di partecipanti: ben 12.000 provenienti da 29 nazioni.
Restando a noi, la notizia è che tutti e sei si è portato a termine il percorso lungo di oltre 205 km, fra le 7 ore e poco più del primo e le 9 ore degli ultimi. Una performance più che positiva e che andiamo ad archiviare con non poca soddisfazione.

la classifica del lungo


In massa a Campello



Complimenti granfondisti!!! Ottima gara a Cesenatico!!!
Noi in 15 a Campello; perse qualche unità si è timbrato a Luzzogno e due stoici si sono spinti fino Quaggione e poi un panino a Montebuglio!!!

Henry


Domenica 16 maggio

Gita sociale 2010... come è andata?

La risposta alle immagini...

 



 


Domenica 9 maggio

Schivando la pioggia

Mentre in 12 affrontavano la GF della Vernaccia gli altri...TIMBRAVANO!!!


C'era un solo modo per pareggiare un po' i conti con i fortunati partecipanti alla GF della Vernaccia fra fiorentine e buon vino... ovvero quello di mettere più timbri possibile nel proprio carniere, pardon, tesserino. Tempo permettendo l'obiettivo è stato raggiunto. Per la verità c'è da sottolineare che, come ogni anno, quando si attacca con le Salite, il “gruppo” va un po' a farsi benedire, in quanto ognuno cerca di timbrare come meglio gli riesce. Tutto nella norma... anche perché di occasioni per ritrovarsi ne rimangono a iosa. A partire da domenica prossima con la tradizionale gita sociale nel Piacentino.

In attesa di conoscere come è andata alla GF della Vernaccia (le classifiche ufficiali le abbiamo trovate; mentre per il resoconto di gruppo aspettiamo di ricevere qualche cosa dai diretti interessati) e anche alla prima gara valevole per il campionato provinciale sustrada dove era impegnato il nsotro campioncino, vi ricordiamo che ci sono ancora tre o quattro posti per domenica.

 

GF Vernaccia 2010 classifica km 96

GF Vernaccia 2010 classifica km 148



Flash dalla Vernaccia

Tutto perfetto!!! Ottimo soggiorno... tanto interesse x le sfide incrociate casalinghe e il titanico (x le protesi alle anche) Gianni la spunta su tutti!!! Bertelli 2 si prende la rivincita a tavola alla sera!!! Il tom tom  funziona a dovere e tutto è bene quello che finisce bene!!! Unico neo un bruttissimo incidente all'inizio gara!!!
Spettacoli che  si vorrebbe mai vedere!
Ultima nota. Stà crescendo nel Bici Club una nuova stella: Gilda!!! Attenzione che presto ci dovremo abituare a trovarla davanti in tutte le classifiche!!! Cioooo!
x ulteriori spettegulezzz venerdì sera in sede!!!!!
Enrico


Il PRESIDENTE con la Silvia abbronzata.
Walterino




GITA SOCIALE 2010

Nell'Oltrepo Pavese e nel Piacentino, domenica 16 maggio.
Pochissimi i posti ancora a disposizione.

 

le foto del sopralluogo

Prezzo tutto compreso (viaggio, colazione, mezzi, pranzo) € 45
50 i posti disponibili. A iscrizioni avviate siamo già oltre 20...
i dubbiosi e i ritardatari rischiano di non venire.



 

Sabato 1° maggio

Intorno al Maggiore

Assenti i neo-pensionati e il Presidente. La “prima” dei novellini e del Tore


Täant a piöovv, täant a piöovv... con questa idea fissa nella testa parecchi non si sono nemmeno presi la briga di verificare che tempo facesse e si sono girati dall'altra parte del letto mancando al tradizionale appuntamento con il giro del lago Maggiore. Parecchi... ma non tutti!!! Dato che all'appuntamento eravamo ben in 29: 20 del BCO e 9 dell'UC Valdossola... senza auto di scorta (come ai bei tempi andati), senza presidente (e questo non me lo ricordo), senza tanti neo-pensionati (ma tanto loro hanno tutti i giorni della settimana per farlo). In compenso con un paio di giovani baldanzosi (Del Contino e Ricchettino) e un chef in pensione ben deciso a spianare anche il Maggiore.
Gruppo compatto (o quasi... attardato Tore per togliersi la mantellina con il solo Davide ad attenderlo) sino ai soliti bagni di Brissago, Ascona, Locarno e aereoporto; poi... chi s'è visto s'è visto... con una locomotiva umana dietro a cui arrancavano una serie di vagoncini, fra cui il “Lazzaro del pedale ossolano”, una tale Florido che di professione ha fatto anche il corridore (per la verità lui più che arrancare ha fatto leva sull'esperienza, difendendosi nei punti più critici e rilanciando quando poteva).
Per farla breve: il gruppo di testa è giunto all'arrivo poco dopo le 12,30 alla media di 33,4 km/h. A seguire gli altri, fra cui da segnalare la prima assoluta dei due baldi giovani Del Conte Junior e Ricchetti Junior e del grande chef Tore (al secolo Sergior T.) coadiuvato da altri soci del BCO. Una metà circa dei partenti invece ha optato per il traghetto.
Alla sera ritrovo a ranghi ridotti presso la succursale gravellonese del sodalizio per ritremparsi un poco delle molte fatiche spese.

 

le foto del giro 2010

 

 

vai al reportage filmato




Sabato 24 e domenica 25 aprile

Due giorni di Bassa Novarese

Fortuna che da maggio iniziano le salite... così ci si riposa un po'!
Sembra una presa in giro, ma non lo è dopo due giorni di “svago” nella Bassa Novarese:
il primo giorno a quasi 30 di media e il secondo, con le gambe di legno, a difendersi dagli attacchi di qualche giovin pensionato, giovin posapiastrelle e giovin ciuciaruote/scattosoloquandoserve. Per fortuna che nella seconda giornata il più scalmanato dei compagni d'avventura per la Romagna ha fatto un'uscita solo a metà e l'altro se ne è stato tranquillo-tranquillo. In questo modo, con la scusa da spicià al Sergio, si è risparmiato energie e, salvo gli ultimi 10 km dove i soliti pensionati della domenica a casa per le 12 se ne sono andati (e saranno arrivati alle 11,40 o giù di lì), siamo ritornati quasi tutti assieme.
Per sabato c'è in programma il tradizionale giro del lago Maggiore, con colazione, assistenza ecc. e l'altrettanto tradizionale cena. Sarà bene che entro venerdì sera si sappia chi farà parte della compagnia:
è una questione di organizzazione e di rispetto verso gli altri.
Le previsioni meteo al momento non sono buone, ma da qui a sabato possono anche cambiare.
Inizialmente il programma è stato stilato in funzione del fatto che se pioveva il sabato c'era sempre la possibilità di fare il giro il giorno dopo. Allora non era ancora in programma la CT dell'AVIS. Ora c'è.
Venerdì in sede si deciderà sul da farsi.




Domenica 18 aprile 2010: Dragon Triathlon a Casale Corte Cerro

Un successo!!!

GRAZIE a tutti coloro che lo hanno reso possibile.



Sabato 10 aprile 2010

Nel cuore della Padania

Fortunati coloro che scelgono il sabato perché la domenica sarà bagnata.
All’insegna di questa massima che sta condizionando la primavera 2010, undici baldi giovanotti (NdR La media è stata tenuta bassa dall’apporto di due ventenni) hanno percorso oltre 120 km (non contando quelli per e da la Stazione) lungo il Parco del Ticino, Naviglio Grande, abbazia di Morimondo, ponte in chiatte sul Ticino, campagna lombarda, Naviglio Pavese, Duomo e Milano Centrale, in una splendida giornata di primavera che ha offerto loro l’occasione per una prima tintarella ottenuta grazie a un mix di sole, polvere, spessi odori campagnoli e un poco di smog metropolitano.
Partiti puntuali dalle Stazioni FFSS di Domodossola e Verbania Pallanza su lussuosi e lindi vagoni dotati di confortevoli box per bici (NdR È bello immaginarseli così...), i nostri hanno affrontato l’avventura ciclistica da Sesto Calende, percorrendo la prima parte del Parco del Ticino (NdR Sicuramente la più bella e suggestiva con il suo sviluppo lungo il fiume), passando per la diga Villoresi, i canali dell’omonimo consorzio e approdare a Boffalora, prima sosta dopo circa due ore di pedalata. Da qui sino in prossimità di Abbiategrasso è stato lo stesso percorso del settembre 2009; a seguire, variante per l’abbazia di Morimondo, con tanto di visita alla chiesa romanica che ricorda i quasi 900 anni dell’arrivo in loco dei monaci cistercensi (NdR Due su undici ciclisti, con gli altri nove che stavano già abbandonando i due pii pellegrini assorti nelle preci.) E fin qui variante indovinata... Poi Canale Angela, ovvero campagna, puzza di concime, puffia e bööcc, per km e km; destinazione: il fantastico, famosissimo, dal richiamo planetario, ponte in chiatte sul Ticino.
Giunti in loco (NdR I più incazzati neri per la strada fatta e la fame accumulata... con molti emuli di un certo Pucci che, allo scattare del mezzodì, come un cuculo, iniziano a mormorare “gò fämm–gò fämm”), scattate le foto di rito, c’è stato il giro di boa con un rapido dietrofront, alla ricerca di un posto dove colmare i comuni vuoti di stomaco.
Ritornati nella ridente cittadina di Bereguardo i nostri hanno avuto l’imbarazzo della scelta fra una ricca offerta di ristoranti, trattorie, pizzerie, ostelli per viandanti. Alla fine ha avuto la meglio un sobrio anfitrione dal sorriso Durbans (NdR Un unico dente a tenere compagnia a due gengive provate dalla vita, sotto una folta capigliatura mossa dalla leggera brezza padana), che ha offerto ai pedalanti un servizio al fulmicotone, un frizzante bianco alla spina (NdR Con la prima botte presto svuotata), un discreto desinare e un conto a tre stelle.
Ripresa la pedalata alla ricerca del Naviglio giusto per Milano, con il bianco che faceva i suoi effetti su un presidente in fuga e un atleta al titanio attratto dal verde della campagna, i nostri sono così giunti al Naviglio Pavese, lungo il quale hanno fatto la loro entrata trionfale nella vera capitale d’Italia: Mìlän!
All’entrata della capitale lombarda da segnalare l’eroico gesto del nostro Walterino Toti che, per la memoria (digitale) e gloria (sportiva) del gruppo, si è immolato lungo un marciapiede, scagliando bici e macchina fotografica contro il traffico nemico e infimo.
Recuperato il Toti lumbärd, i nostri hanno quindi fatto il loro trionfale ingresso in Piazza Duomo, davanti alla Madünina che la stà su grazie al marmul di nösti pärt.
Foto ricordo, sorrisi, qualche lacrima di commozione (NdR Gli ultimi effetti del bianco di mezzodì), poi via da cürsa, in mëz a un säc a’d gënt, che ‘l treno al và via senza da nüi.
Dopo un avvincente zigo-zago fra centinaia di turisti prima e di auto poi, i nostri sono alla fine giunti alla Stazione Centrale, in tempo utile non solo per prendere il treno delle 17,25, ma anche per fare una piccola sosta presso un tipico locale lùmbärd: “da Mc Donald’s, düva ti mangiat al gelato püsé böon e ti bëvatt la bïra püsé frésca da tüta la Lumbardia”.
Obliterato i biglietti di ritorno e caricato le bici (NdR Sempre su un apposito vagone adibito allo scopo), i nostri, tra una ciciaräa e una dürmia, hanno posto fine all’epica giornata facendosi gli ultimi chilometri chi in mtb, chi in furgön, chi ancüra sul lussuoso trenitalia fìn a Dòm.

 

 

vai al reportage filmato



Domenica 18 aprile 2010: Dragon Triathlon a Casale Corte Cerro

Chi in gara, chi nell'assistenza... c'è bisogno di tutti!

Primo grande appuntamento organizzato nell'ambito de LE SALITE DEL VCO:
il Triathlon di Casale CC domenica 18 aprile.

Chi si sente in vérve agonistica è invitato a iscriversi in una delle tre specialità previste;
mentre tutti gli altri sono calorosamente invitati a mettersi a disposizione per l'assistenza
lungo i tre percorsi previsti. Abbiamo bisogno di molte persone; quindi, se avete amici o amiche un po' svegli, chiedete anche a loro di esserci.
Venerdì 16 aprile, nella nostra settimanale riunione, si definirà il tutto.



 

Lunedì 5 aprile 2010

Pasquetta ventilata

I più si sono fatti prendere dalla paura delle folate di vento che imperversavano
soprattutto fra Omegna e Gravellona e hanno disertato la tradizionale gita di Pasquetta
al Monte Verità sopra Locarno. Ci siamo quindi ritrovati in una decina, decisi a sfidare Eolo...
forti anche di una temperatura sugli 11°/12°. Salutato Giuliano il sarto rimasto in borghese,
siamo partiti alla volta del Canton Ticino in perfetto orario (8,02)... anche se poi don Caliò (in quel di Brissago)
ci ha bacchettati per essere andati via troppo puntuali.
Andatura discreta andante... con un paio di pensionati ancora in piena digestione del pranzo e cena pasquali
a brontolare per il capretto che ancora belava in pancia (“A’s poll mia nà in si fort!”...
ma mia una volta che in näcc davanti a fa l’andatura e a sbasàla se propri l’éra in sì sustignüa).
Fatto stà che siamo arrivati in quel di Ascona e, nonostante nano Brontolo, siamo riusciti a fare una sosta
per l’immancabile foto di Pasquetta.
Neppure 3 minuti di pausa che... via per il Monte Verità. Qui c’è da dire che tutti, nessuno escluso,
si sono comportati da veri ciclisti: nessuno ha preso per la parte bassa e tutti hanno svettato in prossimità
della “geséta”. Alla fine della traversata a mezza costa e della successiva discesa ecco don Caliò ad aspettarci: rimbrotto, messa in moto e, dopo nemmeno un chilometro, chi la visto più?!? In verità l’abbiamo rivisto:
sul ponte del Toce, dopo che il gruppo è passato da Mergozzo ad andatura più che blanda.
Poteva quindi il resto del gruppo non onorare la Pasquetta con un meritato aperitivo?!? Tanto più
che il vice-presidente gravellonese era da 10 giorni che doveva pagare per il suo compleanno.

Nella foto mancano: Tullio (arrivato in compagnia sino a Cannero), Livio (arrivato sino a Brissago),
Stanis (che arriverà di sfuggita più tardi)

Fiocco rosa in casa Lometti

È nata Rebecca

Giovedì scorso, all'ospedale di Verbania, è nata la terzogenita di Massimo:
Rebecca, peso kg 3,400.
A Massimo, consorte e sorelline i più calorosi auguri da parte di tutto il Bici Club Omegna.
NpM (Nota per Massimo) Sta foto l'hai scattata di sicuro tu...
tranquillizzaci che Rebecca è nata con le sue due belle manine.

Sabato 10 aprile 2010... pioggia permettendo!

Parco del Ticino, Navigli e Duomo in mtb

Avvisiamo soci e socie, amici e amiche, che sabato 10 aprile (come da programma)
si terrà la gita in MTB (consigliato l'uso di semplici scarpe da ginnastica e un mini-cambio) lungo il percorso
già effettuato da alcuni di noi con gli amici di Domo
lo scorso mese di settembre (Parco del Ticino, Navigli, Duomo).
Partenza in treno da Fondotoce (ore 7.47 – per le 7.30 quindi in Stazione –; costo complessivo del biglietto AR con bici appresso sui 12.55 euro), sbarco a Sesto Calende per le 8.15, entrata nel Parco del Ticino verso le ore 8.30. Qualche sosta e poi, dopo aver preso la via dei Navigli, verso le ore 12/12.30, pranzo a Morimondo;
ore 14.00 di nuovo in sella e arrivo in piazza Duomo verso le 16.00. Foto di rito e poi in mtb per Milano...
quanto basta per prendere il treno per il rientro a Milano Centrale delle 17.25 e arrivo a Fondotoce per le 18.44.

NdR Spero di non aver cannato gli orari... se l'ho fatto ci penserà Cesare a farmi sapere dove, come e quando.
Per cui non mancate di prendere visione di eventuali variazioni nei giorni seguenti.
Faccio presente comunque che venerdì sera, al solito appuntamento settimanale in sede,
si avrà modo di mettere a punto l'intero programma.


Domenica 18 aprile 2010: Dragon Triathlon a Casale Corte Cerro

Chi in gara, chi nell'assistenza... c'è bisogno di tutti!

Primo grande appuntamento organizzato nell'ambito de LE SALITE DEL VCO:
il Triathlon di Casale CC domenica 18 aprile.

Chi si sente in vérve agonistica è invitato a iscriversi in una delle tre specialità previste;
mentre tutti gli altri sono calorosamente invitati a mettersi a disposizione per l'assistenza
lungo i tre percorsi previsti. Abbiamo bisogno di molte persone; quindi, se avete amici o amiche un po' svegli, chiedete anche a loro di esserci.
Da domani, martedì 6 aprile, con appuntamento alle ore 18.00 davanti al Municipio di Casale, inizieremo i lavori di sistemazione dei percorsi: chiunque può è invitato a presentarsi con falcetto, restrello, zappino, pala, picco, insomma quello che ha, per iniziare a sistemare il percorso di MTB.



Reparto Corse

Domenica 11 aprile 2010

GF Dolci Terre... svizzera?!? no, Novi!

Domenica 11 aprile, a Novi Ligure gran fondo “Dolci Terre” di km 130; in alternativa percorso breve di km 105.
L' iscrizione entro il 02/04/10 è di € 30, dopo tale data € 35 con pacco gara a esaurimento.
Partenza gara ore 10,00.

Per info e iscrizioni: Giancarlo 349 8428574

Domenica 28 marzo 2010

Prima cicloturistica... che bello!!!

Non me ne vogliano gli amici dell'UC Valdossola (anche perché loro che colpa ne hanno?!?), ma il titolo era ovviamente un altro... e ve lo lascio immaginare. È da qualche anno che lo penso, e oggi ne ho avuta un'ulteriore conferma: il tempo delle ct è finito. Quelli che si ritrovano lo fanno forse più per spirito di amicizia e di tornaconto personale (se noi andiamo alla loro poi loro vengono alla nostra) che di vera voglia e passione cicloturistica.
Sarà la formula che pare vecchia e superata, sarà che ci si trova sempre gli stessi, decina più decina meno...
ma alla fine il risultato è che si accumula più noia che soddisfazione pedalatoria.
Ovviamente questo è un pensiero del tutto personale
ed è anche alquanto sterile se non in grado di proporre delle serie alternative.
Un'idea precisa ancora non ce l'ho, ma penso che debba essere qualche cosa di accattivante
sul piano amatoriale, con degli obiettivi minimi, che richiedano una certa dose di impegno e di fatica
e con un happening (una conclusione) divertente.
Esempio: tre o quattro ct nel VCO, da far coincidere con qualche festa campestre o di paese,
con un percorso misto pianura-salita di una settantina di km, da svolgere in gruppetti di 8/10 persone (composizione a sorteggio), con tanto di tempo e graduatoria finale. Premi con prodotti eno-gastronomici
a estrazione e mangiata finale. Quota d'iscrizione: 15 euro, mangiare compreso.
Discutiamone... sempre che vi interessi!?!

Tornando alla CT organizzata dall'UC Valdossola, alla fine i nostri iscritti erano circa una ventina,
superati dai padroni di casa di un paio di unità. Enrico, da buon ossolano, ha fatto gli onori di casa seguendo sia le iscrizioni che le premiazioni, mentre gli altri, una volta arrivati a Migiandone, hanno preso vie diverse.
Il nostro mini-gruppo è andato sino a Intra e poi ha fatto ristoro in quel di Gravellona Toce
con un mega aperitivo finale durante il quale si è avuto modo di ammirare la fiacca pedalata
di un ciùcat dal sabat e plandrön da la duminica, al secolo il Walterino.

Riceviamo e pubblichiamo

Cicloturitiche sì, cicloturistiche no

Premetto che qualsiasi novità x ravvivare il nostro andare in bici sarebbe ben accetto....vorrei solo esprimere la mia oppinione!!!Nel caso specifico della cicloturistica di questa mattina si può dire di tutto ma non che sia stata di una noia pazzesca!!Almeno guardando il mio compiuterino al rientro a domo segnava un 30,9 di media!!!Percorso piatto???Non direi se cosideriamo i vari sappelli!!Capico che x gente preparata x imprese nelle gran fondo nazionali è cosa da ridere ma certamente è una velocità troppo elevata x sperare di coinvolgere altri ciclisti della "DOMENICA!I In ogni caso formare gruppi che si scatenano contro il tempo sarebbe un pochino difficie x problemi di traffico e organizzazione!!!certamente non sarebbe bastato lo motostaffette presenti questa mattina che hanno comunque svolto un ottimo lavoro!!!X ora lascio il pallino ad altri che voglio dire la loro non senza un pensiero dedicato ai cari cicloturisti che non si sono presentati x pigrizia o per risparmiare i 5 euro!!

F.to Enrico

Gruppo sì, gruppo no

Caro Franchino, intanto che voi eravate al bar a mangiare e bere,"
perchè solo questo sapete fare"
io avevo già fatto ben 95 km.
te capì ciucaton!!!!
Ciao e buona settimana di lavoro.

F.to Walterino

 

NdR 1° Il nostro mangiare e bere era un semplice e naturale recupero psico-fisico
dopo una sgambettata di oltre 100 km a quasi 30 km/h; 2° Noi, obtorto collo o meno,
fedeli alle regole di gruppo e della buona creanza, eravamo reduci da una cicloturistica,
mentre tu eri reduce di che?!? O, più semplicemente, eri così sbronzo che, sabato notte, invece di tirare avanti
di un'ora hai spostato le lancette indietro di due ore?!?

Ciao e buona settimana di ... riposo.

 

 

 


Domenica 21 marzo 2010

Ciao, primavera!

Che cosa di meglio può aspirare un cicloamatore di un inizio primavera trascorso in terra ligure,
tra costa e entroterra, con un sole amico e una temperatura oscillante fra i 15° e i 20;
provare lo stato di gambe, polmoni e cuore con una prima medio fondo non troppo impegnativa;
pedalare per due o tre ore e poi arrivare su un magnifico lungomare pranzando a base di linguette al pesto,
fritto misto, bagnati da un fresco Verdicchio?!?
Sogni di una fine inverno che, come quello del Generale di Marquez, non ha nessuna intenzione di lasciarci!
Sogni di un trio di pedalatori nostrani che hanno fatto i conti con un tempo pessimo:
temperatura minima di 4° con neve ai bordi strada ad altitudine di 600 m slm;
pioggia e nebbia per il 95% delle oltre tre ore di pedalata lungo un percorso costellato di forature,
cadute (un paio e nemmeno troppo gravi) e una visibilità ridotta al lumicino
per la coltre di pioggia-nebbia-sabbia che copriva le lenti e gli occhi. Sogni di un principiante,
abituato a tirare fuori dall’acqua i pesci e non a fare il pesce nell’acqua. Sogni di un Pino Teso
che si è misurato fra i pini mediterranei trovandoli troppo bagnati e rilassati per i suoi gusti.
Sogni di tre ardimentosi che speravano di provare il lungo di oltre 130 km e si sono trovati il passaggio
ormai precluso con le mani e i piedi intirizziti e una voglia matta di togliersi di dosso quei chili
di troppo di acqua, smog e terra.
Sogni... appunto!
Resta il fatto che nonostante tutto ciò ci si è divertiti. Roba da masochisti, qualcuno potrebbe dire.
No! Roba da ciclisti veri, animati da un po’ di coraggio e tanta passione.

Domenica 14 marzo 2010

E brava Gilda!

Sempre detto che il futuro del ciclismo sarà tinto di rosa. Sono più caparbie, toste, non mollano mai.
Altro che certe piangine che il venerdì spaccano laghi e monti a parole
(“No, no, domenica ci sono anch’io perché devo iniziare a far girare un po’ le gambe...”)
e poi la domenica mattina si girano dall’altra parte del letto dicendosi “Cüi là in matt a nà föora cün sto frecc!".
E intanto il grasso accumulato nel lungo letargo invernale continua ad appesantire l’ombra di quello
che pareva essere un discreto cicloamatore. Tant’è... nel frattempo vengono avanti le nuove leve,
che dimostrano di essere fatte di ben altro materiale. Su tutti la new entry Gilda dalla Strona Valley,
che si è sciroppata oltre 120 km alla sua prima vera uscita in bici
(NdR Quel rottame di Giant del Walterino, il che gli rende ancor più onore). Se son rose fioriranno...
Per il resto al primo vero appuntamento della stagione 2010 si era in diciotto
e tali hanno completato il classico mezzo giro.
Alla prossima!



vai all'intervista dell'eroina di giornata

Mercoledì 10 marzo 2010

Piazza Claudio detto la “renna”

Claudio Piazza, noto frequentatore delle nostre cene, in 9 giorni e 13 ore ha portato a termine il trail in Alaska.
«Con l'amico Cesare Ornati ha battuto ancora una volta chi gli ha scommesso contro... – scrive l'amico Vanni –
E SI VA AVANTI A BOTTIGLIONI DI BARBERA !!!!!!!!!!!!»
Le ultime notizie danno che ha avuto problemi a un piede nell'ultima tappa e ha dovuto bivaccare a -35° in compagnia di due cicliste che lo hanno assistito (ma solo al piede... purtroppo per lui!).
Ha impegato 9gg e 20 ore, mentre Cesare Ornati 9gg e 12 ore.




Sabato 6 marzo 2010

Ugule d'oro e penne sparse

Ancora una settimana in cui è stato solo il sabato a fare testo... ciclisticamente parlando.
Dalle 12,30 alle 13,30, svincoli e sparpagliati, molti del BCo hanno sfruttato la bella giornata di sole
(anche se non molto calda) per sgranchirsi le gambe.
Lo sparuto gruppo del sottoscritto ha provato la new entry de LE SALITE DEL VCO 2010 ed è andata più che bene (vedi il sito ufficiale de LE SALITE)... salvo qualche “pollo” che ci ha lasciato un po’ di penne.
Alla sera poi cena del programma, con circa una quarantina di commensali. Qui, in attesa di pubblicare
domani il programma definitivo, si lascia parlare le immagini
con l’esibizione delle nostre due ugule d’oro.
NB L’ultima foto rappresenta il gatto e la volpe del BCO, che prima fischiano e schiamazzano
durante il festival canoro di Brolo e poi si danno la colpa l’uno con l’altro. VERGOGNA!!!


 

le foto della cena

i video-festival di Brolo

Programma BCO 2010

Occhio che in data odierna (12 marzo 2010) è stato ancora cambiato dopo le ultime modifiche
apportate dal comitato Provinciale UDACE CSA In del VCO nella riunione dell'11 c.m.

 



Domenica 7 marzo 2010

Neve sì, neve no... quai cöos l’è gnù!

Il Pedro prima di salire in auto l'à dìcc: «No, è una perturbazione che non arriva fino a noi...», mentre da più di una settimana quasi tutti i meteo davano pioggia o neve con un abbassamento notevole delle temperature.
Questo sul piano delle previsioni. Mentre su quello degli auspici, non erano pochi quelli che, dopo l'ultimo limoncino, si auguravano che avessero ragione i meteo.
Alla fine la neve è arrivata... poca, ma sempre neve l'è!
Quaidün sarà anca nàcc... mì ò preferì stà a cà a ripusà.

Riceviamo e pubblichiamo

Alla sera leoni, al mattino... (NdR Lo dice spesso uno che, altrettanto spesso, diserta le cene sociali) E così all’appuntamento domenicale, vuoi per le previsioni meteo (NdR La fioca la ghéra... mia madumà in ti prevision!), vuoi per gli eccessi della sera prima, ci siamo trovati solo in tre. Strade asciutte, ma temperatura invernale fino a Cannero, dove, dopo un caldo thé, abbiamo preso la via del ritorno incrociando a Pallanza i maratoneti. Aperitivo a Gravellona e, come dici tu Franco, in questi casi, peccato per chi non c’era!

Firmato: Fabrizio



 



Domenica 21 marzo 2010

GF Gepin Olmo

Nel programma è prevista la partecipazione alla 17 edizione della GF Gepin Olmo (Celle Ligure)
per domenica 21 marzo. Si stanno raccogliendo le iscrizioni
(entro sabato 13 marzo il costo è di € 27. Il giorno della gara € 37).
Per informazioni sentire Giancarlo 349 8428574.

 

Mercoledì 10 marzo 2010

Piazza Claudio detto la “renna”

Claudio Piazza, noto frequentatore delle nostre cene, in 9 giorni e 13 ore ha portato a termine il trail in Alaska.
«Con l'amico Cesare Ornati ha battuto ancora una volta chi gli ha scommesso contro... – scrive l'amico Vanni –
E SI VA AVANTI A BOTTIGLIONI DI BARBERA !!!!!!!!!!!!»
Le ultime notizie danno che ha avuto problemi a un piede nell'ultima tappa e ha dovuto bivaccare a -35° in compagnia di due cicliste che lo hanno assistito (ma solo al piede... purtroppo per lui!).
Ha impegato 9gg e 20 ore, mentre Cesare Ornati 9gg e 12 ore.




Sabato 6 marzo 2010

Ugule d'oro e penne sparse

Ancora una settimana in cui è stato solo il sabato a fare testo... ciclisticamente parlando.
Dalle 12,30 alle 13,30, svincoli e sparpagliati, molti del BCo hanno sfruttato la bella giornata di sole
(anche se non molto calda) per sgranchirsi le gambe.
Lo sparuto gruppo del sottoscritto ha provato la new entry de LE SALITE DEL VCO 2010 ed è andata più che bene (vedi il sito ufficiale de LE SALITE)... salvo qualche “pollo” che ci ha lasciato un po’ di penne.
Alla sera poi cena del programma, con circa una quarantina di commensali. Qui, in attesa di pubblicare
domani il programma definitivo, si lascia parlare le immagini
con l’esibizione delle nostre due ugule d’oro.
NB L’ultima foto rappresenta il gatto e la volpe del BCO, che prima fischiano e schiamazzano
durante il festival canoro di Brolo e poi si danno la colpa l’uno con l’altro. VERGOGNA!!!


 

le foto della cena

i video-festival di Brolo

Programma BCO 2010

Occhio che in data odierna (12 marzo 2010) è stato ancora cambiato dopo le ultime modifiche
apportate dal comitato Provinciale UDACE CSA In del VCO nella riunione dell'11 c.m.

 



Domenica 7 marzo 2010

Neve sì, neve no... quai cöos l’è gnù!

Il Pedro prima di salire in auto l'à dìcc: «No, è una perturbazione che non arriva fino a noi...», mentre da più di una settimana quasi tutti i meteo davano pioggia o neve con un abbassamento notevole delle temperature.
Questo sul piano delle previsioni. Mentre su quello degli auspici, non erano pochi quelli che, dopo l'ultimo limoncino, si auguravano che avessero ragione i meteo.
Alla fine la neve è arrivata... poca, ma sempre neve l'è!
Quaidün sarà anca nàcc... mì ò preferì stà a cà a ripusà.

Riceviamo e pubblichiamo

Alla sera leoni, al mattino... (NdR Lo dice spesso uno che, altrettanto spesso, diserta le cene sociali) E così all’appuntamento domenicale, vuoi per le previsioni meteo (NdR La fioca la ghéra... mia madumà in ti prevision!), vuoi per gli eccessi della sera prima, ci siamo trovati solo in tre. Strade asciutte, ma temperatura invernale fino a Cannero, dove, dopo un caldo thé, abbiamo preso la via del ritorno incrociando a Pallanza i maratoneti. Aperitivo a Gravellona e, come dici tu Franco, in questi casi, peccato per chi non c’era!

Firmato: Fabrizio



 



Domenica 21 marzo 2010

GF Gepin Olmo

Nel programma è prevista la partecipazione alla 17 edizione della GF Gepin Olmo (Celle Ligure)
per domenica 21 marzo. Si stanno raccogliendo le iscrizioni
(entro sabato 13 marzo il costo è di € 27. Il giorno della gara € 37).
Per informazioni sentire Giancarlo 349 8428574.

 


Sabato 27 febbraio 2010

E bravo Gianpaolo!

Un po' di freddo l'abbiamo preso, ma non più di tanto. Comunque sia ne è valsa la pena
per vedere una gara vera di chi in bici ci va per sbarcare il lunario, fra questi il nostro amico Giampaolo Cheula,
che, pur non arrivando fra i primi, ha cercato di mantenere il contatto sino all'ultimo con il gruppo di testa.
Bella anche la parte finale delle premiazioni, con tanto di gruppi folcloristici di Bannio e Calasca,
che hanno sparato dei colpi a salve che hanno fatto tremare i vetri e gli obiettivi fotografici.


E bravo anche il verbanese Omar Sottocornola, alla sua prima da prof nel VCO,
giunto 113° al traguardo.

 

 

le foto della gara

 

la classifica finale

 


Il dopo-gara
Fin qui il pezzo di sabato pomeriggio comune a una dozzina (se non di più) di soci del BCO.
Poi, non c'è come farsi prendere dalla cattiva compagnia (am' ricordi la mé mama quanda la disëva:
và mia cün cüi lì, che t' portän su la càtiva sträa!) per andare... sulla cattiva strada.
Il “De Agostini” di casa nostra (come dice il bancario – che, ipse dixit: sabato sto fuori tutto il giorno per cominciare a fare la gamba, e poi alle 12,45 faceva mesto ritorno a casa con i vecchi compagni d'uscite al fulmicotone –), durante la strada di ritorno a casa, memore di una prova in mtb, al fà:
«Parché nüma mia a pruvà cüla salidéla da Cuzzägh!?!».
In questo caso a tenergli bordone non c'era il Camusìn (che si era ben guardato di scappare a casa
il più presto possibile dopo il freddo preso in quel di Santa Maria), ma al Cravìn,
che quadrupede abile in montagna sempre è.
Fum'la mia lunga... roba da sversàs bici e chi stà süra: quatar o cinch (se mia sès o sét!) tòcc da vënt o trenta (se mia cinquanta o sesanta) metär al vint par cent (màsïm ch'al ségna al mé cuntachilometri... ma pudévan ésa anca püsé) par un chilometro o forse anca dui, dré da Cuzzägh, in Borgata Frescaccia (o Frascaccia... una roba dal genär). Ho pensà: téla chi l'extrém par al prosim ànn! Poi, però, ò rifletù:
chi ass'rishcia da ciàpà lignaii... mei lasà pérda! Füma na foto al Cravìn e poi numa a cà...

Per la cronaca: anche il De Agostini nostrano, nonostante evidenti postumi di bronchite, è arrivato sino in cima. Speriamo solo che la Mirella non legga queste note.


PS Ricordiamo a tutti che sabato 6 marzo, presso il Circolo di Brolo,
c'è la cena del programma. Il menù è stato scelto venerdì scorso. Qual è?
Dovevate esserci per saperlo. Ora non vi resta che prenotare e fidarvi di chi c'era e ha scelto per tutti.


PPSS In sede, oltre al tesseramento, si fanno anche le pre-iscrizioni a LE SALITE DEL VCO.
Oltre una ventina di soci hanno già provveduto.

Per saperne di più visita il sito
www.salitedelvco.it

 

Domenica 21 febbraio 2010

Eran quasi trenta, eran giovani e forti...

Mai così in tanti in febbraio! Un serpentone di 27 baldi pedalatori che ha anticipato di una mezzoretta un serpente ancora più lungo rappresentato dai partecipanti al raid ciclistico lungo il lago Maggiore.
Ritornando a noi, gruppo compatto sino a Cannero (km + km –). Poi scatti su scatti con l'infallibile cecchino settantenne che fa suo il traguardo di Cannobio per poi sparire del tutto. Sparito l'antisegnano si sono fatti vivi gli imitatori giovanili sul terreno a loro più congeniale, dopo aver risparmiato ogni stilla di fatica dentro nella comoda pancia del gruppo. Comunque anche questi alla fine hanno preferito la via di casa anziché proseguire per quel di Bée, come invece hanno fatto l'ultima mezza dozzina di reduci e indomabili pedalatori della domenica.
Da considerare che per metà di loro il giorno prima c'era stata una prima prova di lungo di un centinaio di km. Del resto se ci iscrive alle gran fondo è anche giusto che ci si prepari come si deve. Così come è altrattanto vero che in bici quel che conta è il divertimento e questo, lo si sa, è soprattutto una questione
molto, ma molto personale.

PS Ricordiamo a tutti che sabato 6 marzo, presso il Circolo di Brolo,
si terrà la tradizionale cena del programma ormai definito in gran parte.


PPSS In sede, oltre al tesseramento, si fanno anche le pre-iscrizioni a LE SALITE DEL VCO.
Oltre una ventina di soci hanno già provveduto.

 

Domenica 14 febbraio 2010

Tutti indietro per non lasciarlo solo

Quando si dice una grande squadra... dovevate esserci per crederci!
Giunti in quel di Lesa, il gruppone del BCO, resosi conto che il grande chef in pensione era rimasto indietro,
senza indugi, ha fatto inversione a U ed è tornato indietro alla ricerca del disperso. Giunti a Stresa ecco la siluette slanciata del Grande Tore, circondato da un paio di spioni e malelingue che lo informavano
del sopraggiungere degli altri, spinti non dall'ansia per il disperso, ma per una vile questione meteo.
Alla fine gruppo compatto sino al Carnevale di Fontodoce, dove avvenivano i primi abbandoni e
decisi i diversi itinerari che avrebbero poi diviso del tutto la truppa biancoverde.
Il cronista in questi casi può solo scrivere di ciò che ha vissuto. Giunti a Pallanza, rotonda del Tribunale,
direzione Suna. Qui giunti, svolta a dx per Cavandone. All'ascesa del balconcino verbanese un gruppo di otto pedalatori, fra cui due neopensionati che han voluto far vedere di che pasta... frolla erano sfatti
(Nota x Walterino: non è un refuso... è la realtà!).
Quindi rientro puntuali a casa per il pranzo di mezzogiorno e mezzo.

PS Venerdì prossimo si decide il menù per la cena del programma 2010 in calendario sabato 6 marzo.
PPSS In sede, oltre al tesseramento, si fanno anche le pre-iscrizioni a LE SALITE DEL VCO.
Una ventina di soci lo hanno già fatto.

Per saperne di più visita il sito
www.salitedelvco.it

 

 

L'ultimo arrivato nel Bici Club Omegna

Ciao Diego! Benvenuto fra noi

Eccolo! Al suo terzo giorno in quel di Gravellona Toce.

 


Riceviamo e pubblichiamo

Nebbia e neve... al Nord non si scherza

E noi che pensiamo di essere gli eroi e i martiri della bicicletta... guardate un po' in che condizioni
sono andati in bici gli amici inglesi nel loro tour di due giorni nel Galles!
Le foto ci sono state inviate dall'amico Mike Fugaccia, che la scorsa estate è stato con noi
in quel di Cheggio e Montescheno.

 

 

Domenica 7 febbraio 2010

Fra nebbia, sole...
e i solìt pensionà che ghän prèsa da turnà cà

Venerdì sera, dopo la nevicata, nessuno avrebbe scommesso un euro sulla possibilità
di uscire sabato e domenica. Invece sia sabato (due in bici e due in mtb) sia domenica (quasi una ventina)
si è riusciti a pedalare. Unico inconveniente è che la lavatrice ha dovuto fare gli straordinari.
Bypassando sabato, domenica mattina la parte bassa del BCO era avvolta dalla nebbia, con temperatura oscillante fra 0° e 1°; così sino a Ghiffa, e solo per pochi chilometri in cui il sole è riuscito a farsi vedere. Ne abbiamo approfittato per aggiornare il nostro album fotografico. Dopo di che via a testa bassa sino a Cannero, lasciando per disperso il President. Previo giureconsulto, a Cannero dietrofront, per attaccare compatti la Panoramica. Qui la “pressa” dei soliti pensionati, che alla domenica hanno l'ordine tassativo di rientrare prima di mezzogiorno, ha fatto sì che ognuno se ne andasse per la sua strada.
La nostra è quella che potete vedere dalle foto fatte. Gli altri? Bhooo!?!


Se ti fa piacere, vai a vederti le foto

 


Venerdì 5 febbraio 2010

Primi abbozzi di Programma 2010

Sulla base del Calendario UDACE CSA In NO-VCO (che nel frattempo è già cambiato...
datemi il tempo di aggiornarlo), si è iniziato a stilare il Programma 2010 che verrà ufficializzato
nel corso della tradizionale cena che si terrà il giorno 27 c.m.

 

Fiocco azzurro in casa Cerlini

Venerdì 5, a casa (à sfà pär dì, parché sarà bhé nasù à l'Uspidàl!) Cerlini (quella in cui le donne sono la maggioranza) è nato Diego (4,1 kg). Ai neo genitori, al piccolino (ànca chì à sfà pär dì...)
e ai nonni Maria e Gianni le più sentite congratulazioni da parte di tutto il BCO.

PS Spìciuma la fùtugrafia... sempar seu fà piasé.


Programma Udace Csa In Novara e VCO

Calendario 2010


Per permettere al reparto “Direzione Gare” di visionare gli impegni futuri, si mette a disposizione
il pdf con i calendari di MTB, Corse su Strada e Ciclo Turistiche in Piemonte nel 2010.

calendari UDACE CSA In Piemonte 2010

 



Venerdì 29 gennaio 2010

Assemblea generale BCO


Tradizionale appuntamento per la nomina del nuovo Consiglio.


Domenica 24 gennaio 2010

–3° e un po’ di nebbia


Ormai sembra che ci siano quelli del sabato e quelli della domenica. In questo caso che cosa abbiano fatto quelli del sabato non lo so perché non c’ero. Ho solo intravisto un gruppo di pensionati e un operativo sfilare via come siluri in quel di Suna. Dalle info avute pare che il gruppo di partenza era molto folto, poi, man mano, si sono creati vari gruppetti per varie ragioni. Morale: meglio sparpagliati che troppo vincoli!
Discorso diverso domenica. Con il termometro ai minimi storici (fra -3° e 0°), al solito ritrovo ci siamo ritrovati in una decina, con un’altra new entry (l’è un mashcc, ànca se in inglés a s’mèi un’aüta roba) di Candoglia. Ciò porta a un forte sbilanciamento verso sud del glorioso Bici Club Omegna... a conferma di un andamento multietnico della società in cui viviamo. [Trad. Un aüt tàron da la zona bàsa. E adès, stà véga che ghän anca la magiùranza!!!]
Ritornando a quelli della domenica, da registrare un’andatura tranquilla e gruppo sempre compatto... almeno sino alla presa della Panoramica, con l’unica (se ò mìa vist màll) defezione dell’Inchiostratore (e no! questa da te Claudio non me l’aspettavo!?! Cribbio! In gnì sù anca al Sergio e al Giuliano, e mia tì...).
Al rientro, giunti in quel di Mergozzo, una rappresentanza del BCO si è fermata a fare le condoglianze ad un caro amico, Marco Della Vedova, per la scomparsa del papà Antonio.
Poi, tutti a casa sotto la doccia per cercare di recuperare forze e calore.

 


Lunedì 18 gennaio 2010

Riceviamo e pubblichiamo

A proposito della “ gita sociale “ di sabato, voglio pubblicamente ringraziare l’ amico TASSERA ROBERTO che, davanti alla mia perplessita’nel partecipare alle uscite dei Campioni ( bacheca societaria strapiena di trofei ..!!!???!!! ) avendo solo 100 km. nelle gambe, venerdi’ alla riunione mi ha tranquillizzato dicendomi testualmente:

Perche’ ti fai delle remore ( si, usa spesso questo termine ) guarda che anche se hai fatto pochi km. non c’e’ problema, io ti aspetto, non sono mica come il FRANCO, io..

Arivato a Ghiffa ho ascoltato la voce della mia coscienza, cosa che non tutti hanno nel nostro club,, e quella del Giulio e sono tornato a casa insieme a lui dopo un caffe’ nel Bar della micina di Zanardi & c.

P:S:. anche il Franco non e’ da meno, anzi e’ proprio il piu’ “ bastardo dentro “ perche’ critica i pensionati..ma e’ uguale, anzi peggio

Comunque mi fa sempre piacere uscire con voi, fino a quando non vi perdo

Alla prossima

Danilo


Domenica 17 gennaio 2010

“I nostri campioni sono tutti sottocoperta”

(Messaggio n° 1) IPSE DIXIT: "I NOSTRI CAMPIONI SONO TUTTI SOTTO COPERTA!!! I MAMALUCCHI!!!"
Due punte di diamante sulle strade alla domenica mattina con strade percorribili e asciutte da Fondotoce a Cannobbio!!! Mancava una sola squadra sulle vie lacustre!!!

(Messaggio n° 2) Brillava il Bici Club Omegna x l'assenza sulle strade lacustri!!!
Solo due punte di diamante a mantenere alta la bandiera !!!!

Firmato

I cacciaviti Donini ed Enrico!!!


Sabato 16 gennaio 2010

Dümaan l'è brütt!

Confidando nelle previsioni dei pronipoti del colonello Bernacca, un folto gruppo (quasi una ventina)
si è ritrovato nella giornata prefestiva
per cercare di far girare un po' le gambe.
Uniche assenze quelle di certi pensionati che “tänt gùma tüta la smàna a disposiziön!”.

Da segnalare lo spirito “spacca gruppo” di certi esaltati del pedale che, così facendo, hanno fatto fuori (ciclisticamente parlando) il vertice della società (presidente e cassiere... e adéss cüsa füma?!?).

 

Venerdì 8 gennaio sono arrivate le tessere UDACE CSA In 2010.
Il costo della tessera, con tanto di assicurazione verso terzi, è di € 50 (il prezzo è rimasto invariato).
Se invece si intende fare solo l'iscrizione al Bici Club Omegna il costo è di € 15.
Si ricorda che la tessera ha validità annuale dall'1.1 al 31.12... pertanto quella che avete in tasca è scaduta!

 

SABATO 23 gennaio 2010 – alla Palestra EDEN di CRUSINALLO dalle ore 15,00 alle ore 19,00

Spinning di solidarietà

Un aiuto concreto a Francesca Visconti, infermiera omegnese impegnata a Pescador,
piccola cittadina del Minas Gerais (Brasile).



Tutte le info nel volantino da scaricare.



Domenica 10 gennaio 2010

“Sono gli altri che sono un po' confusi”

Ipse dixit! Così si è espresso mister Lauro sulla strada del rientro,
dialogando con gli altri due compagni d'uscita domenicale (il terzo era appena rientrato à la maison).
In questo caso è la maggioranza che si è persa una splendida mattina lungo le rive del Maggiore:
un tiepido sole a illuminare le bianche cime innevate dei monti, tenendo lontane, verso la vicina Svizzera,
dense nubi di umidità simil pioggia. Temperatura fra i 2° e i 6°. Fondo stradale per la maggior parte bagnato,
ma senza infangare più di tanto le bici e àl da dré dì ciclista.
Clima mite e giusta andatura, che hanno portato i nostri a cimentarsi lungo la panoramica
sino al bivio di Antoliva...
cosa che con il grosso del gruppo rarissimamente avviene.
In definitiva un'uscita davvero appagante... e, come si è soliti scrivere in questi casi,
PEGGIO PER CHI NON C'ERA!

Domenica 3 gennaio 2010

Un gruppone come ai bei tempi

Alla prima domenica dell’anno nuovo le strade hanno ripreso a tingersi di verde... ma sì, esageriamo!
Per verde intendo quello del Bici Club Omegna... non so che altro potete aver pensato.
Verde e nero di pedalatori che, indifferenti del freddo pungente (min. –3°, max 1°), si sono trovati al primo vero, consolidato appuntamento domenicale del 2010.
Fatti i conti, fra tiratardi, ex e non ex, eravamo più di venti.
A questo punto gli auguri dell’anno nuovo ce li siamo fatti. Per quelli che ancora mancano all’appello gli appuntamenti sono:
mercoledì 6 alle ore 9,00 per il giro della Befana
venerdì 8 alle ore 20,30 per la prima riunione dell’anno in sede... dove, secondo tradizione, si dovrebbe festeggiare il primo compleanno dell’anno, ovvero quello di Superpippo, anni 76.

 

 

Sabato 2 gennaio 2010

Dopo Cadorna... la Madonna del Boden

Un gruppetto di soci, volendo onorare i caduti della guerra '15-'18, hanno percorso la linea Cadorna
in sella alle loro mountain-bike. Al termine del non facilissimo percorso,
i nostri hanno pensato bene di rivolgere un pensierino a chi li ha protetti dall'alto
e per questo si sono recati sino al santuario della Madonna del Boden, la Madòna dì cìclista.


PS In questa breve cronaca ci sono un paio di forzature: una storica e una religiosa. Non me ne voglia nessuno!

 

 

Venerdì 1 gennaio 2010

Un inizio da... leoni

Ebbene sì, come nelle migliori tradizioni, finito l’anno vecchio e iniziato quello nuovo in séla a la biciclèta.
C’era chi c’era... e anche chi non c’era era come se ci fosse.
Un sereno (almeno questo!) 2010 a tutti!